PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

L'ANCI CHIEDE LO SPOSTAMENTO DEI BILANCI AL 30/7.

Un mese in più per i bilanci dei comuni. E' questa la richiesta formalizzata ieri dall'Anci che ha inviato una lettera ai ministri Tremonti, Maroni e Fitto per chiedere di rinviare il termine per l'approvazione dei preventivi 2011 (già prorogato due volte e attualmente in scadenza il prossimo 30 giugno) «almeno al 30 luglio».
Sui sindaci pesano infatti molte incognite di natura contabile che stanno causando «forti difficoltà nel rispettare il termine». In primis la mancata pubblicazione dei decreti che hanno fissato la quantità di compartecipazione Iva e fondo di riequilibrio che i comuni dovranno ricevere nel 2011 in sostituzione dei trasferimenti erariali soppressi dal federalismo. Gli importi sono ormai noti ed eventuali differenze tra cifre ufficiose ed ufficiali sarebbero solo minime, tuttavia il fatto che la Corte dei conti non abbia ancora vistato i due testi (un dpcm e un decreto ministeriale) ne impedisce per il momento la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Per sollecitare il governo a rispettare i tempi sull'erogazione delle compensazioni, il presidente facente funzioni dell'Anci, Osvaldo Napoli, ha scritto a Tremonti e Maroni. «Vanno rispettati tempi fissati dall'accordo enti-governo del 31 maggio», ha detto Napoli, «in modo da consentire ai comuni di avere un flusso di cassa costante che in caso contrario sarebbe compromesso». «Qualora i tempi di registrazione e pubblicazione non risultassero compatibili con la tempistica indicata nell'accordo», ha concluso Napoli, «l'Associazione chiede al governo l'emanazione di un decreto, anche urgente, che autorizzi comunque il pagamento delle spettanze entro il 30 giugno 2011».
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio