PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

MANOVRA: ASSALTO A PENSIONI ED ENTI LOCALI.

Ufficialmente il refrain è questo: troppo presto per parlare di emendamenti visto che la manovra è arrivata a deputati e senatori solo ieri dopo l'invio al Colle. Ma, lontano dai taccuini, i riflettori di Pdl e Lega sono già accesi su alcuni punti: su tutti, pensioni, rinnovabili e tagli agli enti locali. Con una premessa non da poco perché se ci sarà il voto di fiducia, il margine di intervento, ammettono in molti, «sarà azzerato».
La manovra arriverà in commissione al Senato la prossima settimana ed è dunque da lì che partirà l'assalto alla diligenza. A cominciare dalle pensioni e dal capitolo rivalutazione. Su questo il malcontento è palpabile e Giuliano Cazzola (Pdl), presidente della commissione Lavoro, dà voce a un fronte trasversale quando ribadisce che «un intervento in Senato è opportuno». E il leghista Massimo Garavaglia, vicepresidente della Bilancio al Senato, fa capire che pure il Carroccio vigila anche se «aspettiamo di vedere le carte prima di qualsiasi valutazione». L'esito del match è dunque sospeso in attesa di capire dove cadrà la tagliola, mentre sull'innalzamento "soft" dell'età pensionabile delle lavoratrici private la Lega segna impunto a favore.
Il pressing è dunque fortissimo e, secondo autorevoli fonti della maggioranza, il governo avrebbe già chiesto all'Inps «nuove ipotesi» sulle pensioni che potrebbero diventare emendamenti della maggioranza alla manovra. Ma altre modifiche potrebbero riguardare i tagli agli enti locali, dove i mal di pancia non si contano. «In una manovra di 47 miliardi - avverte Garavaglia – i tagli devono esserci, ma non per chi si è comportato bene». La guardia della Lega resta poi alta anche sul capitolo imprese (la richiesta è più semplificazioni e agevolazioni per chi produce) e sulle rinnovabili: nell'ultima versione del Dl il taglio degli incentivi (sponsorizzato invece dalla Lega) non c'è. «In questo settore - avverte Garavaglia - c'è il caos. Noi vogliamo mettere ordine».
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio