PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

RINVIO DI UN ANNO PER LE COMUNICAZIONI DI INESIGIBILITA'.

Ancora un anno di tempo per presentare le domande di inesigibilità dei ruoli ai creditori che riscuotono le entrate tramite cartella di pagamento. Agenti della riscossione e ex concessionari-esattori potranno comunicare agli enti creditori l'inesigibilità delle somme entro il 30 settembre 2012 per tutti i ruoli consegnati fino al 30 settembre 2009. La manovra finanziaria concede un'ulteriore rinvio di un anno sia per la presentazione delle domande sia per effettuare i controlli da parte degli enti creditori.
L'articolo 23 della manovra finanziaria estende il differimento del termine, fissato attualmente al 30 settembre 2011, a tutti i ruoli consegnati fino al 30 settembre 2009 alle società partecipate da Equitalia e agli esattori che hanno riscosso le entrate fino al 30 settembre 2006. Prima di questo intervento normativo l'articolo 1, commi 12 e 13, del decreto legge 194/2009 aveva previsto come data di riferimento iniziale per la consegna dei ruoli il 30 settembre 2008, mentre il termine per l'informativa sull'inesigibilità era stata fissata al 30 settembre 2012.
La norma del DI, quindi, interviene sulle domande d'inesigibilità che gli agenti sono tenuti a presentare agli enti creditori e consente alle vecchie società concessionarie partecipate da Equitalia di presentare le comunicazioni che i crediti non sono più riscuotibili. Il termine triennale per i controlli da parte delle amministrazioni interessate decorre invece dal 1°ottobre 2022. Per i ruoli consegnati dal 1° ottobre 2009 valgono invece le regole ordinarie. Normalmente, infatti, il termine per la presentazione delle domande da parte degli agenti e per l'esame di merito delle comunicazioni è quello triennale previsto dall'articolo 19 del decreto legislativo 112/1999.
Gli agenti sono infatti tenuti a presentare agli enti creditori (enti locali, istituti previdenziali, consorzi di bonifica e così via) le comunicazioni d'inesigibilità entro il terzo anno successivo a quello di consegna dei ruoli.
Vanno quindi verificate dagli enti creditori le comunicazioni inviate dagli esattori entro i termini previsti dalla legge, tenuto conto delle proroghe, per evitare che possano essere discaricate automaticamente le somme affidate per la riscossione e venga dichiarata definitivamente la loro inesigibilità Tuttavia, in base all'articolo 20 del decreto legislativo 112/1999, i controlli devono essere selettivi. Le verifiche vanno fatte a campione secondo criteri individuati da ciascun ente creditore.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio