PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

ULTERIORI NOVITA' DAL MILLEPROROGHE

I LAVORI. La commissione sfoltisce il numero di emendamenti Tra le proposte la ricetta dell'Anci sulle zone franche urbane
M. Mo.
Il cittadino può attendere. Il rimborso dell'Iva indebitamente pagata sulla Tia non supera il vaglio di ammissibilità degli emendamenti all'articolo 1 del Dl milleproroghe e torna ancora una volta nel cassetto.
Il presidente della Commissione Affari costituzionali del senato, Carlo Vizzini (Pdl), aveva del resto annunciato che le inammissibilità non sarebbero state poche, né indolori. Con tutta probabilità anche l'ipotesi di una riapertura del condono edilizio potrebbe essere destinata a rimanere al palo.
Oltre ai rimborsi Iva sono stati ritirati dallo stesso relatore al provvedimento, Lucio Malan (Pdl), le modifiche sul rinvio di un anno del taglio delle poltrone locali e dei fondi a Roma capitale (norme già in vigore con Dl 2/10: si veda il Sole 24 Ore di martedì scorso).
Comunque sia il flusso degli emendamenti non si è ancora arrestato. Anche ieri sono state depositate nuove iniziative di modifica al testo del decreto presentato dal governo. Il relatore Malan si è fatto carico delle istanze avanzate ieri dall'Anci sul depotenziamento delle zone franche. La soluzione viene ora rimessa nelle mani dell'Economia che, di concerto con lo Sviluppo economico e d'intesa con la conferenza Unificata, dovrà emanare un decreto che stabilisca condizioni e modalità delle esenzioni fiscali, individuando specifici limiti temporali e di tipologie di beneficiari. Malan ha poi presentato un emendamento che prevede un'imposta di trasferimento dell'1% per i terreni agricoli.
Per quanto riguarda la scadenza delle concessioni demaniali marittime, con una proposta sostenuta dal ministro per gli Affari regionali, Raffaele Fitto, viene proposto un allungamento dei tempi: dall'attuale 2012 al 31 dicembre 2015.
Tra i nuovi ingressi si segnalano anche la riformulazione dell'emendamento Malan sul blocco delle assunzioni nel pubblico se entro il 30 giugno 2010 non si è provveduto al ridimensionamento degli organici in misura non inferiore al 10 per cento. Una boccata di ossigeno per il comune di Roma per i debiti accumulati con i mondiali di nuoto: un nuovo emendamento del relatore fissa al 31 marzo 2010 il termine per il trasferimento al Campidoglio di 8 milioni di euro.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<maggio 2019>
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio