PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

ICI CAT. "D": CERTIFICAZIONI SOLO PER SICILIA E SARDEGNA.

I certificati sui fabbricati di categoria D, ai fini dell'erogazione del relativo contributo statale previsto dalla legge n.388/2000, devono essere prodotti solo dai comuni della Sicilia e della Sardegna, poiché, con l'avvento del federalismo municipale, si tratta di spettanze interamente fiscalizzate. Lo ha precisato un comunicato del dipartimento della finanza locale del ministero dell'interno, diffuso il 21 luglio, emanato proprio pochi giorni dopo l'avvenuto chiarimento che la Corte dei conti aveva ammesso al visto i decreti ministeriali relativi al trasferimento delle risorse da federalismo municipale ai comuni delle quindici regioni a statuto ordinario (si veda ItaliaOggi del 19 luglio).
Con il comunicato in oggetto, il Viminale precisa che, a seguito della citata registrazione da parte della magistratura contabile, dei decreti 21.6.2011, emanati ai sensi dell'art. 2, commi 7 e 8, del dlgs n. 23/2011, il contributo statale previsto dall'articolo 64 della legge n. 388/2000 sui fabbricati di categoria D, è stato interamente fiscalizzato.
Tale disposizione ha stabilito che i minori introiti Ici per i comuni, derivanti dalla autodeterminazione provvisoria delle rendite catastali dei fabbricati di categoria D, siano compensati da trasferimenti erariali a decorrere dall'anno 2001 e che il trasferimento erariale spetti a condizione che il minore introito sia superiore all'importo di 1.549,37 euro e superiore allo 0,5% della spesa corrente dell'anno di riferimento. Pertanto, con l'intervenuta fiscalizzazione del contributo, i certificati per Ici relativi agli immobili di categoria D, la cui presentazione era stata fissata alla data del 30 giugno 2011, devono essere prodotti solo dai comuni di Sicilia e Sardegna.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio