PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

ANCI E UPI: TETTI DI SPESA SOLO DAL PROSSIMO ANNO.

L'estensione alle società partecipate dei tetti di spesa di personale, che bloccano le assunzioni quando la spesa per gli stipendi supera il 40% delle uscite correnti, si sta trasformando in un rebus interpretativo. Per questo ieri il presidente dell'Anci Osvaldo Napoli e quello dell'Upi Giuseppe Castiglione hanno scritto al presidente della Corte dei conti, Luigi Giampaolino, per chiedere un incontro in cui ragionare insieme delle novità.
Il tema è cruciale, perché il blocco coinvolge anche i rinnovi dei contratti a tempo determinato, e i fronti aperti sono molti: quali sono le società «di controllo» da considerare?
E quali i criteri per trovare nei bilanci societari l'equivalente delle spese correnti registrate dai conti comunali? Aperto anche il nodo della decorrenza, che per Anci e Upi deve scattare solo dal 2012 per evitare di rendere illegittime ex post le scelte già compiute dagli enti. Intanto, l'Anci diffonde una nota di lettura con le prime indicazioni applicative su tutte le nuove regole sul personale. In particolare, i tecnici dell'associazione suggeriscono per il momento di calcolare come spesa corrente tutte le voci del conto economico delle società, con un'interpretazione che amplia il parametro di riferimento per verificare il tetto del 40 per cento.
La nota sottolinea anche il rinvio della distribuzione per fasce dei premi alla performance individuale: fino al prossimo contratto, l'obbligo dovrebbe riguardare solo gli eventuali risparmi aggiuntivi ottenuti con i piani di razionalizzazione previsti dal Dl 98/2011.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio