PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

DURC RIUTILIZZABILE NEGLI APPALTI.

Semplificato il durc nella gestione degli appalti pubblici. Infatti, può essere utilizzato e riutilizzato da parte degli uffici della stessa amministrazione. La novità arriva dall'ultimo aggiornamento dello sportello unico previdenziale (versione 4.0.1.13/A), applicativo durc, di cui dà notizia l'Inail nella nota protocollo n. 5549/2011.
Diverse le novità che si vanno ad aggiungere ai consueti correttivi per specifiche anomalie segnalate dalle sedi dell'Inail. Una di queste è l'eliminazione della visualizzazione dell'ultima matricola Inps inserita. In pratica, in fase di richiesta del durc, il campo «numero matricola» Inps era preimpostato con l'ultimo numero inserito in procedura. Questo automatismo, in alcune ipotesi, creava errori di smistamento della pratica a una sede Inps diversa da quella competente a effettuare la verifica.
Su espressa richiesta dell'Inps, pertanto, la procedura è stata modificata e ora richiede l'inserimento necessariamente del numero di matricola Inps e la scelta della sede Inps competente.
Altra novità riguarda il recupero del Cip da parte di una stazione appaltante appartenente alla stessa amministrazione. In base alla procedura durc, ogni stazione appaltante è individuata attraverso un apposito codice identificativo previsto per singolo dipartimento/ufficio/settore dell'amministrazione (facente capo a un dirigente o responsabile) che agisce in qualità di stazione appaltante in relazione ai procedimenti di rispettiva competenza.
Pertanto, nel caso di appalti pubblici, i dati inseriti in una richiesta di durc fatta da una stazione appaltante (cioè da un ufficio o dipartimento ecc.) non erano riutilizzabili per le successive richieste di durc relative al medesimo appalto, da parte di altri uffici, dipartimenti ecc. ancorché facenti parte della stessa amministrazione.
Per esempio in alcuni comuni, in relazione a un appalto, la procedura di gara e lo svolgimento dei lavori sono di competenza dell'ufficio tecnico, mentre i singoli pagamenti sono di competenza dell'ufficio contabilità. Il primo ufficio, pertanto, richiedeva il durc per le fasi di selezione del contraente e di stipula contratto, ma il Cip, ancorché relativo allo stesso appalto, non poteva essere «recuperato» dall'ufficio contabilità per effettuare le richieste di durc per i pagamenti dei Sal o dello stato finale.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio