PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PATTO ORIZZONTALE: SCADENZA AL 31 OTTOBRE.

Patto con scambio di quote fra i Comuni. È stato pubblicato nella «Gazzetta Ufficiale» n.243 di ieri, 18 ottobre, il decreto del ministero dell'Economia sulla «regionalizzazione orizzontale» del Patto di stabilità interno. Si tratta del meccanismo che consente ai Comuni di scambiarsi tra loro quote di «spazi finanziari» per i pagamenti in conto capitale, con un sistema in cui gli enti che rispettano senza problemi il Patto di stabilità possono cedere quote di pagamenti gli enti in difficoltà, ottenendo un incentivo sul 2012. I Comuni hanno pochi giorni di tempo per comunicare disponibilità e richieste nei termini fissati dalle Regione (in Lombardia, per esempio, c'è tempo fino a venerdì prossimo).
Le Regioni, entro il 31 ottobre, comunicheranno alla Ragioneria generale gli elenchi degli enti che ricevono quote e di quelli che le cedono. Chi riceve le quote dovrà compensarle attraverso un inasprimento del saldo obiettivo per il Patto di stabilità del 2012 e del 2013, mentre chi le cede ottiene un alleggerimento dell'obiettivo negli stessi due anni. Alla fine dell'operazione, tutto il meccanismo è quindi a costo zero sia per quel che riguarda l'obiettivo regionale di ogni anno, sia calcolando l'obiettivo complessivo di ogni Comune nel triennio. Lo scopo è quello di liberare quote di pagamenti in conto capitale, che sono bloccati dai meccanismi di calcolo del Patto.
L'altra via attraverso la quale si può registrare l'intervento delle Regioni è quella del patto «verticale», in cui la Regione libera risorse a favore degli enti locali. Anche in questo caso il gioco è a somma zero per il consolidato della Pa.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio