PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

SCADENZA 31 OTTOBRE: COMUNICAZIONE DATI ICI - ISCOP.

È scattato dal 22 ottobre e sarà vigente fino al prossimo lunedì, l'obbligo per i comuni, gli agenti della riscossione e gli affidatari del servizio di riscossione di trasmettere telematicamente al dipartimento delle finanze i dati per l'anno 2011, relativi ai versamenti a titolo di Ici, Iscop, effettuati entro il 31 luglio 2011, nonché agli importi delle sanzioni correlate, anche se afferenti ad annualità precedenti. Lo ricorda la nota n. 18353 del 25 ottobre, emanata dal Dipartimento delle finanze – direzione del federalismo fiscale, riprendendo le disposizioni previste dal decreto Mineconomia 10/12/2008.
In ottemperanza a tali prescrizioni, pertanto, gli enti locali, gli agenti della riscossione, gli affidatari del servizio di riscossione, nonché la società Poste Italiane, devono trasmettere, entro il 31 ottobre prossimo, i dati sopra riportati, utilizzando il portale telematico Entratel. Successivamente, entro il 31 marzo 2012, dovranno essere comunicati i versamenti effettuati entro il 31 gennaio dello stesso anno.
La nota di via XX Settembre ricorda che, a tal fine, dovrà essere utilizzata la seconda versione del pacchetto software per la «predisposizione invio telematico dei dati Ici/Iscop», già utilizzata per l'invio dei dati riferibili agli anni precedenti, che lo stesso dicastero mette comunque a disposizione degli utenti sul proprio sito istituzionale www.finanze.gov.it. La nota, poi, ricorda che dal 15 ottobre scorso è stato altresì attivato un contact center appositamente dedicato al numero verde 800863116.
Inoltre, gli enti locali interessati, possono in ogni momento visualizzare la situazione relativa alle riscossioni Ici ed Iscop di propria pertinenza (anche i versamenti effettuati per il tramite del modello F24), accedendo all'area loro riservata presente sul portale del Federalismo www.portalefederalismofiscale.gov.it. A tal fine, la nota in argomento ricorda che è avvenuta la «migrazione» dal sistema Siatel a quello più aggiornato Siatel 2.0 Punto Fisco. Per cui, è indispensabile che gli utenti abilitati alla prima versione del predetto Siatel, devono farsi abilitare alla versione aggiornata, tramite apposito accesso reperibile sul sito interne dell'Agenzia delle entrate.
La nota della direzione del federalismo fiscale, poi, conclude ricordando a tutti i soggetti che sinora non hanno provveduto alla trasmissione dei dati relativi a Ici e Iscop relativi ad annualità precedenti (ovvero 2007, 2008, 2009 e 2010), che l'invio telematico attraverso Entratel rappresenta un preciso obbligo di legge, posto a carico di tutti gli enti locali territoriali dall'articolo 1, comma 170 della legge finanziaria 2007. L'incompletezza di poter disporre di questi dati, ricorda la nota, non consente allo stesso dipartimento di esercitare «un efficace coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario, nonché di quello statistico ed informatico dei dati dell'amministrazione statale, regionale e locale». Solo così infatti, sarà possibile «realizzare un sistema federale quanto più compiuto ed equo».
Da quanto sopra, però, emerge una riflessione in merito alla presenza di enti o soggetti che sino ad oggi (da almeno quatto anni) non hanno ottemperato alle previsioni di legge relative alla trasmissione dei dati in esame. La disposizione contenuta nella legge finanziaria 2007 sopra richiamata, prevede che, in caso di inosservanza, si applichi quanto previsto dall'articolo 161, comma 3 del Tuel (riferito alla trasmissione delle certificazioni relative ai bilanci). Tale norma sanzionatoria colpisce l'ente inadempiente con la sospensione dell'ultima rata del contributo ordinario dell'anno in cui avviene la violazione. Ci si chiede, pertanto, (se il Mineconomia l'abbia mai applicata) quanti enti locali hanno subìto tale sanzione per la mancata trasmissione dei dati Ici e Iscop?
FONTE:ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio