PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CON LA CRISI AGGIO DI EQUITALIA IN DISCUSSIONE.

Il Pdl si schiera compatto contro Equitalia. A finire nel mirino, in particolare, sono i compensi riconosciuti dalla legge alla società di riscossione. Tecnicamente si chiama «aggio» e corrisponde al 9% delle somme riscosse e dei relativi interessi di mora. Un livello troppo elevato, sostiene adesso una proposta di legge depositata alla camera da un nutrito drappello di circa sessanta deputati del Popolo della libertà.
Secondo i quali, in sostanza, le procedure oggi adottate da Equitalia si sono talmente velocizzate che è del tutto ingiusto riconoscere alla holding controllata da Agenzia delle entrate e Inps un aggio del 9%. E così, con primo firmatario Mauro Pili, la proposta intende innanzitutto diminuire la percentuale in questione dal 9 al 2.
Inutile precisare che dietro questo progetto ci sono mesi di contestazioni nei confronti dei metodi bruschi utilizzati dalla società presieduta da Attilio Befera, che è anche direttore dell'Agenzia delle entrate. Situazioni che hanno avuto il loro picco in determinate regioni, per esempio la Sardegna. E infatti proprio dalle «vessazioni» che starebbero subendo le imprese sarde si è mosso Pili con tutti i suoi sostenitori. Il ragionamento è semplice: in tempi di crisi, così difficili da affrontare, è inutile che la società di riscossione si accanisca nei confronti dei contribuenti. Anzi, sostengono dal Pdl, più aziende falliscono a causa della faccia feroce di Equitalia, più l'erario perde la presa su entrate potenziali che vengono irrimediabilmente meno con la chiusura delle saracinesche aziendali.
Così, oltre alla drastica riduzione dell'aggio di competenza della holding, la proposta di legge vuole introdurre una sospensione annuale di tutti i procedimenti esecutivi relativi a cartelle esattoriali. A condizione che, si legge nel progetto, sia stata presentata una domanda di dilazione e sospensione del pagamento.
Insomma, in un momento di difficoltà per le casse dello stato, in cui il ruolo di recupero delle tasse si rivela fondamentale, Equitalia si ritrova bersaglio degli strali del parlamento. Senza contare che questa ondata di proteste segue di poco tempo le antipatie che la Lega di Umberto Bossi ha avuto modo di manifestare nei confronti di Equitalia e dei suoi vertici.
Nel frattempo si sta sviluppando una sorta di business antiriscossione. Si dà il caso, infatti, che stiano nascendo società che hanno come core business proprio l'assistenza dei contribuenti impantanati in vicende con Equitalia. Una delle ultime nate, per esempio, è l'Agenzia Debiti spa, che proprio in questi giorni sta lanciando una campagna pubblicitaria con lo slogan «specialisti in opposizione a tutte le richieste di Equitalia!».
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<settembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio