PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

IMU: BRUSCA FRENATA SULLE ESENZIONI.

Sconti Imu e riscossioni più flessibili a rischio. Non solo. Anche le misure sul personale dell'amministrazione finanziaria potrebbero subire un taglio. Dopo la riunione tecnica del preconsiglio di martedì, nella giornata di ieri l'Esecutivo ha fatto i conti con le risorse disponibili per semplificare il fisco e rilanciare la lotta all'evasione. E anche in questo caso - come del resto è accaduto negli ultimi anni - lo stato dei conti mette a rischio-bocciatura anche le migliori intenzioni.
La Ragioneria ha sollevato più di un dubbio, ad esempio, sulla reintroduzione dell'agevolazione per gli immobili inagibili. Il taglio del 50% dell'imponibile non piace al Tesoro in quanto riduce di fatto il gettito dell'imposta municipale. Perdita che, secondo le disposizioni sull'Imu, deve essere compensata con variazioni delle risorse da destinare nelle casse dei Comuni e dunque con minori entrate in quelle dell'Erario. In sostanza senza l'individuazione di un'adeguata copertura finanziaria l'immobile inagibile o non abitabile rischia di scontare il prelievo in misura piena.
Stessa conclusione per l'altra modifica sulla tassazione dei beni di proprietà dei Comuni e destinati all'esercizio di funzioni e compiti istituzionali. I primi cittadini con la manovra di Natale sono chiamati a versare l'imposta senza sconti con la differenza, rispetto al passato, che il 50% di quel gettito è destinato alla riserva statale. Anche questa da rivedere nel caso venissero reinseriti sconti Imu inizialmente non previsti con la definizione delle quote di prelievo municipale da destinare allo Stato.
Anche le nuove misure per le rateizzazioni delle somme iscritte a ruolo metterebbero in dubbio la tenuta dei conti pubblici. L'allentamento della pressione di Equitalia (e su Equitalia stessa) - ipotizzato nel decreto atteso domani in Consiglio dei ministri - con la possibilità di concedere al cittadino "fuoriuscito" dal piano di rateizzazione una seconda chance attraverso la riammissione a una nuova dilazione per il pagamento del debito sarebbe destinata a produrre effetti negativi sui saldi di finanza pubblica.
Criticità, in termini di maggior fabbisogno, sono state evidenziate pure per l'altra misura sulla rateizzazione dei debiti. E che prevede la possibilità di chiedere a Equitalia l'applicazione di rate variabili a importo crescente nei casi di temporanea situazione di obiettiva difficoltà del cittadino. Il rischio per l'agente della riscossione e, dunque, per le casse dello Stato, potrebbe essere quello di vedersi azzerate le entrate nei primi anni di dilazione dei pagamenti "flessibili".
Più forti le perplessità, e non solo del Tesoro, sul pacchetto di misure per il potenziamento del personale delle agenzie fiscali che prevedono, di fatto, la creazione di un comparto ad hoc per le strutture dell'amministrazione finanziaria. Lo specifico comparto fiscale di contrattazione che verrebbe istituito con il nuovo Dl non sarebbe comunque in linea con le misure introdotte negli ultimi anni in materia di riduzioni di spesa e che prevedono espressamente la limitazione degli ambiti di "negoziazione" nel pubblico impiego. Senza considerare poi che il Fisco potrebbe dare l'esempio e aprire così la strada ad altri enti per la creazione di nuovi settori di contrattazione.
Forti dubbi anche sull'istituzione di un'apposita categoria di quadri per le agenzie fiscali. A mettere a rischio la norma ipotizzata sarebbe la copertura individuata nella contestuale riduzione dei dirigenti. Riduzione che, però, dovrà fare necessariamente i conti con i limiti imposti da qualche anno al turnover nel pubblico impiego.
Per la quadratura del cerchio e la messa a punto del provvedimento da presentare al Consiglio dei ministri di domani, convocato per le ore 15 a Palazzo Chigi, ci sono ancora più di 24 ore.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio