PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CONVERSIONE "MILLEPROROGHE": RINVII PER CATASTO E INESIGIBILITA'.

Prorogati i termini per presentare le domande di variazione catastale dei fabbricati rurali strumentali e le comunicazioni d'inesigibilità dei ruoli agli enti creditori da parte di concessionari e agenti della riscossione. L'art. 29 del milleproroghe (dl 216/2011, convertito ieri in legge dalla Camera con 336 voti a favore, 61 contrari e 13 astensioni dopo il voto di fiducia), sposta più avanti il termine per presentare le istanze per ottenere il cambio di categoria catastale da parte degli agricoltori, fissato prima al 30/9/2011 e poi al 31 marzo, e considera regolari le domande di variazione presentate entro il 30/6/2012. Inoltre, consente a agenti della riscossione e ex concessionari-esattori di comunicare ai creditori l'inesigibilità delle somme entro il 31/12/2013 per tutti i ruoli consegnati fino al 31/12/2010.
Prima di quest'ultimo intervento normativo, il termine per l'adempimento era il 30/9/2012 per tutti i ruoli consegnati fino al 30/9/2009. Arriva dunque la proroga anche per la presentazione delle domande d'inesigibilità dei ruoli agli enti creditori che in passato hanno riscosso le entrate tramite cartella di pagamento. Equitalia e gli ex concessionari potranno comunicare ai creditori l'inesigibilità delle somme entro il 31/12/2013 per tutti i ruoli consegnati fino al 31/12/2010.
Tuttavia, l'art. 29 concede un ulteriore rinvio sia per la presentazione delle comunicazioni sia per effettuare i controlli da parte degli enti creditori. Il termine ordinario triennale per i controlli da parte delle amministrazioni interessate decorre dall'1/1/2014.
Per quanto riguarda i fabbricati rurali prorogato al 30 giugno il termine per la presentazione delle domande di variazione catastale all'agenzia del Territorio, al fine di ottenere l'esenzione sui fabbricati rurali strumentali fino al 2011 e il trattamento agevolato dal 2012, con applicazione dell'aliquota ridotta al 2 per mille. Sono considerate regolari anche le domande presentate dopo la scadenza del termine originario, che era inizialmente il 30/9/2011.
La richiesta di variazione va presentata solo dai titolari di fabbricati strumentali. Sono interessati alle variazioni i titolari di immobili strumentali, vale a dire quelli utilizzati per la manipolazione, trasformazione e vendita dei prodotti agricoli.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio