PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CONVERSIONE MILLEPROROGHE CON DUBBI IRRISOLTI.

Il decreto milleproroghe, la cui legge di conversione è stata definitivamente approvata dal Parlamento lo scorso 23 febbraio, ha lasciato irrisolte alcune importanti questioni per gli enti locali che riguardano personale, revisori dei conti e riscossione.
Per quanto riguarda il personale con contratti flessibili, soprattutto nel settore dei servizi scolastici ed educativi, la legge di conversione del D.L. n. 216/2011 consente di rinnovare tutti i contratti per il solo 2012 e solo per gli enti in linea con il Patto di stabilità, con la conseguenza che per gli enti fuori dal Patto vale il blocco dei contratti e questi servizi rischiano di saltare, anche per il 2013 a causa della vigenza del turn over al 50%.
Per quanto concerne la riscossione, rimangono da definire le norme su strumenti esecutivi ed affidamenti.
Infine, sui revisori il provvedimento prevede lo slittamento di nove mesi dell'entrata in vigore della riforma stabilita dall'articolo 16 del D.L. n. 138/2011, che dispone l'estrazione a sorte da parte delle Prefetture all'interno di liste regionali. Sul punto, è bene precisare che il decreto attuativo di tale riforma che fissa le nuove regole per l'iscrizione dei professionisti nelle liste è pronto ed in attesa di essere pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, mentre ora il decreto legge milleproroghe ha spostato al 29 settembre 2012 l'entrata in vigore delle novità sulla selezione dei revisori dei conti negli enti locali, con la conseguenza che per i collegi e revisori che scadono nei prossimi mesi si pongono problemi di applicazione delle norme.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<dicembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio