PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

TAGLI AGLI ASSESSORI

Arriverà in anticipo, già quest'anno in caso di rinnovo del consiglio, il taglio degli assessori comunali e provinciali. Le commissioni affari costituzionali e bilancio della camera hanno infatti approvato un emendamento del governo al dl 2 del 2010 sul rinvio al 2011 del ridimensionamento degli enti locali che anticipa «a decorrere dal 2010» la riduzione solo per quanto riguarda assessori comunali e provinciali.
Le commissioni hanno dato ieri il via libera all'articolo 1 approvando tutti gli emendamenti presentati dai relatori e dal governo. Con un emendamento dei relatori viene anche parificato il tetto del numero degli assessori provinciali e comunali (un quarto dei consiglieri). Il primo articolo del provvedimento è quello che modula la riduzione del contributo agli enti in base ai tagli. Un emendamento dei relatori ne chiarisce meglio l'applicazione nei vari anni tra il 2011 e il 2015. Ok anche alla specifica per cui sindaco e presidente del consiglio vengono computati ai fini del calcolo del 20% dei tagli delle poltrone.
Resta il difensore civico «territoriale» a livello delle province e viene consentita la possibilità di articolare il territorio in circoscrizioni per i comuni sopra i 250 mila abitanti e quella del direttore generale per quelli sopra i 100 mila; viene specificata l'obbligatorietà della ridefinizione dei collegi in base al taglio dei consiglieri provinciali. È stato approvato, con riformulazione, anche un emendamento della Lega a prima firma Manuela Dal Lago, che prevede la soppressione a decorrere da un anno dall' entrata in vigore della legge di conversione del decreto, delle Autorità d'ambito territoriale (Ato).
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2019>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio