PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

AUMENTANO I COSTI DEL PROCESSO TRIBUTARIO.

Aumentano a partire da oggi gli importi dei diritti di copia di documenti e sentenze del processo tributario. I costi sono stati ritoccati dal decreto del ministero dell'economia 27 dicembre 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 50 di ieri. Il provvedimento aggiorna le somme stabilite dal dm 1° ottobre 1996 e contiene le tabelle recanti i diritti che il contribuente deve versare per il rilascio, da parte delle segreterie di Ctp, Ctr e Ctc, di copie di atti e documenti contenuti nei fascicoli di parte e di ufficio, nonché delle sentenze.
Per il rilascio della copia cartacea senza certificazione di conformità, il diritto di copia forfetizzato varierà in base al numero di pagine del documento prodotto: 1,50 euro se il numero di pagine è compreso da 1 a 4; 3 euro da 5 a 10 pagine; 6 euro da 11 a 20 pagine; 12 euro da 21 a 50 pagine; 25 euro da 51 a 100 pagine; 25 euro oltre le 100 pagine più 15 euro ogni ulteriori 100 pagine o frazione di 100. Laddove venga richiesta copia cartacea con certificazione di conformità, ai predetti importi andrà sommato un diritto fisso di 9 euro.
Inoltre, ai sensi dell'articolo 2, comma 3 del decreto sarà possibile ottenere copie in formato elettronico di documenti già prodotti in versione telematica, che potranno essere trasferite su supporti di memoria (cd, dvd) o trasmesse via posta elettronica.
L'importo a forfeit dei diritti varia in base al numero dei kilobyte del file: si pagherà 1 euro fino a 40 kB; 2 euro da 41 a 100 kB; 4 euro da 101 a 200 kB; 8 euro da 201 a 500 kB; 15 euro da 501 kB a 1 MB; 15 euro per i files superiori a 1 MB più 6 euro ogni ulteriori 4,9 MB o frazione (fino a un massimo di 500 euro).
Come detto, il dm stabilisce che i nuovi importi si applicano dal giorno successivo a quello di pubblicazione in GU, vale a dire a far data da oggi. Le spese per il rilascio delle copie sono riscosse, all'atto della presentazione della richiesta, attraverso l'applicazione di marche da bollo ordinarie sulla domanda.
La segreteria della commissione dovrà annotare l'avvenuto rilascio della copia sull'originale della sentenza o del provvedimento giudiziario avente effetti esecutivi. Si ricorda che l'articolo 263 del dpr n. 115/2002 prevede l'esenzione dai suddetti oneri per l'ente impositore: nelle Ctp e nelle Ctr il diritto di copia non è pertanto dovuto se la richiesta proviene dall'ufficio tributario.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<settembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio