PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

ICI FABBRICATI RURALI: BENIFICIO PER I COMPROPRIETARI

L'abitazione utilizzata da un imprenditore agricolo è rurale anche se di proprietà di persone estranee alla coltivazione del fondo. Lo ha precisato il ministero dell'Economia rispondendo a una question time ieri in commissione Finanze alla Camera.
Il problema riguardava la comproprietà di un fondo rustico e quindi delle costruzioni rurali pertinenti, mentre la coltivazione del terreno e l'utilizzo del fabbricato erano effettuate da un solo comproprietario.
Nella risposta vengono ricordati i requisiti di ruralità. In particolare è necessario che lo stesso sia adibito quale abitazione dai seguenti soggetti: dal proprietario, dal titolare di altri diritti reali, dall'affittuario (o dai loro familiari conviventi a carico) del fondo cui è asservito il fabbricato, oppure dai soggetti titolari di trattamenti pensionistici e dai soci o amministratori delle società agricole, di cui all'articolo 2 del Dlgs 99/2004. Inoltre l'unità immobiliare non deve essere accatastata nelle categorie A/1 e A/8 ovvero non devono possedere le caratteristiche di lusso previste dal decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 agosto 1969. Ulteriori requisiti riguardano la superficie del terreno cui il fabbricato è asservito (che non deve essere inferiore a 10.000 metri quadrati ed essere censito con attribuzione di reddito agrario) e il volume d'affari ritraibile dall'attività agricola esercitata sul terreno stesso (il quale deve essere più della metà del reddito complessivo del soggetto).
Dati come per certi questi requisiti, il governo ha espresso parere positivo in merito alla non applicabilità dell'Ici ai comproprietari del fabbricato rurale, quand'anche stessi non vi abitino con il comproprietario che vi risiede e lo ha adibito a propria abitazione. Nella risposta viene richiamato il comma 5, dell'articolo 9, del Dl 557/1993 che non risulta pertinente nella fattispecie in quanto riguarda l'ipotesi in cui più comproprietari o affittuari utilizzino la medesima abitazione. Il caso proposto invece riguardava una fattispecie molto frequente secondo cui un fabbricato rurale in comproprietà viene utilizzato da uno solo dei comproprietari, ipotesi in cui l'esclusione da Ici è fuori discussione.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio