PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

QUALI SCONTI IMU PER LE CASE AFFITTATE?

Il trattamento dell'Imu rispetto alle locazioni è e resta uno dei nodi di più difficile interpretazione, almeno finché non arriveranno chiarimenti definitivi (che avrebbero già dovuto esserci, dal momento che i Comuni, per quanto a rilento, hanno cominciato a partorire le delibere sulle aliquote).
La tesi attualmente maggioritaria è che con l'Imu, che limita fortemente l'autonomia comunale, i proprietari di casa che hanno dato in locazione immobili a canone concordato si mangeranno le mani. Dovranno infatti dire addio alle aliquote Ici ridottissime previste da molti Comuni, che li compensavano della funzione sociale esercitata (canoni ridotti per i meno abbienti) con sostanziosi sconti fiscali.
Ricordiamo per esempio che a Bologna e a Modena c'era l'esenzione totale dall'Ici, a Torino e Lucca lo 0,1% di aliquota, lo 0,2 a Livorno, Parma, Pavia, Pesaro, Rimini e Bolzano, e via elencando. Ora invece ci sarà da sperare al massimo in una riduzione dall'aliquota media dal 0,76% alla minima del 046 per cento, con un imponibile comunque rivalutato del 60% (un bel salto in su).
Tra l'altro va segnalato che buona parte degli accordi territoriali che stabilivano l'ammontare massimo dei canoni conteneva una clausola per cui, in caso di incremento dell'imposizione locale, l'accordo andava rivisto: una discreta confusione. Ricordiamo inoltre che alcuni Comuni avevano beneficiato con un Ici ridotta non solo le locazioni concordate, ma anche quelle "normali" (purché ad abitazione principale).
Una tesi minoritaria, ma pur sostenibile, afferma invece che le aliquote ridottissime sarebbero ancora possibili. Si basa sul fatto che l'articolo 13 della manovra Monti fa salve contemporaneamente sia le norme istitutive delfici e quelle modificative e integrative (per esempio Dlgs 504/92, Dlgs 446/97 e legge 126/2008) che quelle un po' più recenti sull'Imu (Dlgs 23/2011).
Per il resto, vale il principio che dove la nuova disciplina non contraddice la vecchia, quest'ultima resta vigente. Quando ciò accada è oggetto di possibile interpretazione, non di certezze, anche (e non solo) per quanto attiene alle locazioni.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<luglio 2019>
lunmarmergiovensabdom
24252627282930
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio