PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

SBLOCCATO 1 MILIARDO PER I PAGAMENTI DELLA PP.AA.

Arriva un miliardo di euro per i pagamenti della pa. Le somme saranno assegnate agli enti locali per soddisfare i crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei propri confronti dalle imprese private per acquisti di servizi e forniture. E sempre relativamente a tali posizioni debitorie, sarà possibile per le aziende cedere i crediti a banche o intermediari finanziari anche nella forma pro solvendo (e non più soltanto pro soluto), ossia facendosi garanti della solvibilità dell'amministrazione ceduta. E la cessione poi riguarda tutte le amministrazioni e non più soltanto gli enti locali.
È quanto prevede il maxi-emendamento al dl 16/2012 approvato ieri dal senato. Il testo su cui palazzo Madama ha accordato la fiducia al governo (241 voti favorevoli, 29 contrari e 2 astenuti) è quello licenziato dalle commissioni. Il provvedimento, la cui conversione deve avvenire entro il 1° maggio, passa ora alla camera per la seconda lettura.
A Montecitorio il decreto sulle semplificazioni tributarie potrebbe subire qualche ritocco, specialmente riguardo a quei punti che hanno fatto registrare pareri divergenti tra la Ragioneria generale dello Stato e la commissione bilancio del senato. Il Pd, tra l'altro, ha chiesto di modificare la norma sul patto di stabilità interno in senso più restrittivo per i comuni.
La disposizione varata ieri prevede l'allungamento a tre anni per i tempi di rientro dei municipi che non hanno rispetto il patto e una sanzione pari al 100% dello sforamento (finora era disposto il rientro in un anno e una sanzione massima pari al 3% delle entrate). Con riguardo alle proposte che non hanno trovato spazio nel maxi-emendamento governativo, comunque, l'esecutivo ha fatto sapere che alcune norme potrebbero essere inserite nella delega fiscale. Tra le disposizioni varate, Il governo mette a regime anche la consueta proroga estiva del calendario fiscale: tutti gli adempimenti e i pagamenti che scadono nelle prime tre settimane di agosto potranno essere effettuati entro il 20 agosto.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<ottobre 2019>
lunmarmergiovensabdom
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio