PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PER COMUNI E PROVINCE PIU' SPAZI ALLE ASSUNZIONI.

Gli emendamenti al decreto fiscale aprono le porte alle assunzioni negli enti locali.
La prima novità riguarda il contenimento delle assunzioni di personale a tempo indeterminato; il tetto, rispetto al costo del personale cessato l'anno precedente, salirà dal 20 al 40%.
I costi per il personale addetto alle funzioni di polizia locale, istruzione pubblica e servizi sociali inciderà per il 50%. La disposizione, probabilmente, si riferisce al calcolo delle possibilità di assumere funzionale al tetto di spesa assoluto e al rapporto tra spesa di personale e totale delle spese correnti; mentre il costo del personale assegnato alle suddette funzioni continuerà a calcolarsi per intero, ai fini del limite del 40% del costo del personale cessato l'anno precedente.
Novità anche per i Comuni non soggetti al Patto, fermo restando che dal 2013 tutti gli enti con popolazione superiore ai mille abitanti saranno assoggettati alle regole del patto di stabilità. In ogni caso, i correttivi aggiornano, per questi enti, il limite di spesa dal 2004 al 2008.
Per quanto riguarda le assunzioni a tempo indeterminato, infine, l'emendamento consente agli enti locali, a partire dal 2013, di superare il tetto del 50% nel caso in cui intendano effettuare assunzioni indispensabili a garantire le funzioni essenziali nell'ambito della polizia locale, dell'istruzione pubblica e dei servizi sociali, ma con un limite: non potranno, in ogni caso, spendere complessivamente più di quanto sia stato speso per gli stessi settori nel 2009.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio