PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

IMU: SU SOFFITTE E CANTINE SERVONO ISTRUZIONI.

La regola è chiara: l'aliquota Imu ridotta dello 0,4% si applica anche alle pertinenze della prima casa, ma solo se classificate nelle categorie catastali C/2 (soffitte, cantine, magazzini), C/6 (box auto e garage) e C/7 (tettoie e posti auto), con il limite di un'unità per ognuna di queste categorie, anche se iscritte in catasto insieme all'unità ad uso abitativo. Il problema, se mai, è l'applicazione concreta di questa norma.
Finché le pertinenze sono accatastate separatamente, il problema non si pone: basta controllare la visura catastale. Quindi, il proprietario di una casa con due garage (C/6) pagherà l'Imu allo 0,4% sul primo box auto, e allo 0,76% sul secondo.
Ma le cose non sono sempre così lineari. Una villetta con lo scantinato censito insieme all'abitazione e una legnaia (C/2) in cortile, dovrebbe tassare allo 0,76% la legnaia, perché anche lo scantinato – se fosse accatastato a parte – andrebbe in C/2. Ancora più intricato il caso della cantina e della soffitta censite insieme a un appartamento: a rigore, l'aliquota ridotta è applicabile solo a una delle due pertinenze, ma servono istruzioni chiare e in tempi brevi per capire come procedere (si dovrà scorporare la rendita catastale di una delle due pertinenze? Il proprietario dovrà rivolgersi a un tecnico?)
Oltretutto, molti proprietari in perfetta buona fede potrebbero non accorgersi di dover applicare due aliquote diverse. E l'eventuale violazione potrebbe non risultare evidente neppure ai Comuni, senza un controllo caso per caso sulle planimetrie catastali.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio