PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

AGENZIA ENTRATE: PROROGA AL 30 GIUGNO PER L'INVIO DEI DOCUMENTI DICHIARAZIONI 2010.

Ci sarà un mese in più di tempo per inviare agli uffici delle Entrate i riscontri sulla documentazione e sulle spese allegate alla dichiarazione 2010, relativa all'anno di imposta 2009. Lo ha stabilito l'Agenzia stessa, annunciando ieri la decisione di prorogare il termine (inizialmente fissato per fine maggio) e comunicando poi la variazione a tutti gli uffici territoriali.
La questione era sorta dopo che all'inizio del mese corrente erano iniziate ad arrivare a destinazione le prime lettere indirizzate a un milione di contribuenti (il 4% circa della platea sotto esame) per avvisare dell'avvio del controllo formale delle dichiarazioni.
Si tratta di una procedura ordinaria e disciplinata dalla legge (articolo 36-ter del Dpr 600/1973) che consente all'amministrazione, tra l'altro, di escludere in tutto o in parte lo scomputo delle ritenute d'acconto non risultanti dalle dichiarazioni dei sostituti d'imposta e dalle altre fonti riconosciute; di escludere in tutto o in parte le detrazioni d'imposta non spettanti; di escludere in tutto o in parte le deduzioni dal reddito non spettanti; di determinare i crediti d'imposta spettanti e di liquidare la maggiore imposta sul reddito delle persone fisiche e i maggiori contributi dovuti; di correggere infine gli errori materiali e di calcolo nelle dichiarazioni dei sostituti d'imposta.
Proprio per neutralizzare gli effetti delle riqualificazioni e dei ricalcoli operati dagli uffici, il contribuente ha diritto (articolo 36-ter, comma 3 del medesimo Dpr) di «fornire chiarimenti in ordine ai dati contenuti nella dichiarazione e ad eseguire o trasmettere ricevute di versamento e altri documenti non allegati alla dichiarazione o difformi dai dati forniti da terzi», che è poi l'operazione "invio dei riscontri" comunicata dall'Agenzia con le lettere impostate - per via ordinaria, tra l'altro - lo scorso 19 aprile.
La maggior parte delle delucidazioni chieste ai contribuenti riguardano le spese sanitarie, al netto di quelle rimborsate, quelle per attività sportive, la prova di versamenti e contributi obbligatori e/o volontari alla gestione pensionistica obbligatoria, le erogazioni liberali (da documentare tramite copia di bonifico o ricevuta dell'ente), e le detrazioni per ristrutturazioni edilizie.
I motivi della proroga del termine non sono stati ufficializzati, ma verosimilmente l'Agenzia ha tenuto conto dei rilievi sui tempi stretti a disposizione dei contribuenti, dovuti da un lato alla modalità delle comunicazioni ai soggetti interessati - raggiunti da lettere inviate per posta ordinaria con data dell'ufficio del 19 aprile, quindi senza riscontri certi della data di ricezione - oltre alla oggettiva difficoltà di reperire i giustificativi utilizzati due anni fa.
Sull'altro versante, l'agenzia delle Entrate dovrà chiudere la partita dei controlli formali sulle dichiarazioni 2010 entro il 31 dicembre del 2012 (articolo 36-ter comma 1).
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio