PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

IMU : ANTICIPA DI PIU' CHI OPTA PER LE TRE RATE.

Il pagamento dell'Imu per abitazioni principali e pertinenze presenta diverse variabili, che non riguardano solo il calcolo dell'imposta ma anche le modalità di versamento, rese peraltro più articolate per via dell'ulteriore dilazione in tre rate.
L'imposta si calcola applicando al valore dell'immobile (rendita x 1,05 x 160) l'aliquota ridotta e il sistema delle detrazioni: 200 euro di base e 50 euro per ogni figlio sotto i 26 anni.
Quest'anno il calcolo dell'acconto andrà effettuato con l'aliquota standard (0,4%), mentre quella determinata dal Comune (che ha un margine di manovra di +/- 0,2 punti percentuali) entrerà in gioco solo al saldo di fine anno.
Altra particolarità del 2012 è costituita dalla possibilità di versare l'imposta in tre franche: un primo acconto a giugno pari al 33% dell'imposta calcolata sullo 0,4%, un secondo acconto pari al primo e il saldo a dicembre.
Chi paga in tre rate, quindi, versa in acconto il 66% dell'imposta "standard" e non il 50%. Per effettuare l'ultimo versamento si dovrà partire dall'imposta annuale, questa volta calcolata sulle aliquote comunali, al netto degli acconti di giugno e settembre.
Il pagamento dell'acconto va effettuato solo con il modello F24, mentre per il saldo si potrà utilizzare anche il bollettino postale. Ogni soggetto passivo è tenuto ad effettuare il versamento singolarmente.
Anche i coniugi comproprietari al 50% della sola abitazione principale, ad esempio, devono compilare due F24, indicando il codice catastale del Comune ove è situato l'immobile, il codice tributo, il numero degli immobili (conteggiando le pertinenze), l'anno d'imposta cui si riferisce il pagamento e l'importo. Quest'ultimo va riportato al netto delle detrazioni, da esporre nella casella in basso a sinistra, rapportata al periodo (metà o un terzo).
L'imposta non è dovuta in caso di importo annuale inferiore a 12 euro (salvo diverse decisioni dei Comuni), senza però tenere conto della rateizzazione e della suddivisione dell'Imu tra Stato e Comune: se ad esempio l'acconto è di 10 euro, si verserà solo il saldo.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio