PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

L'IMU NELL'AGRICOLTURA.

I titolari di immobili rurali che non siano abitazione principale, sono tenuti al pagamento dell'Imu con aliquota ordinaria. I fabbricati rurali iscritti al catasto terreni devono essere dichiarati al catasto edilizio urbano entro il 30 novembre 2012. Gli immobili strumentali, invece, siti nei comuni montani o parzialmente montani di cui all'elenco Istat sono esenti dall'imposta. Per beneficiare dell'agevolazione tali beni non devono essere accatastati nella categoria D/10; il requisito della strumentalità implica l'utilizzo per la manipolazione, trasformazione e vendita di prodotti agricoli.
I benefici per i coltivatori diretti o imprenditori agricoli spettano anche alle società di persone o di capitale, poiché per la individuazione della categoria professionale la norma da prendere a riferimento è l'art. 1, D.Lgs. n. 99/2004 e non più l'art. 58, D.Lgs. n. 446/1997. I terreni posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli sono soggetti all'Imu limitatamente alla parte di valore eccedente 6.000 euro con diverse riduzioni in proporzione al valore dei terreni. Sono soggetti al pagamento dell'Imu anche i terreni incolti o inutilizzati, prima esclusi dall'Ici ed i terreni coltivati in modo occasionale, in forma non imprenditoriale.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio