PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

LO SPENDING REVIEW CONTRASTA CON L'AUTONOMIA DEGLI ENTI.

Il decreto legge sulla spending review, approvato dall'Aula del Senato, contiene alcune norme contrastanti con l'autonomia degli enti locali.
L'articolo 5 del decreto legge 52/2012 attribuisce al Commissario straordinario per la razionalizzazione della spesa ampi poteri di controllo nei confronti degli enti locali, che però inficiano l'autonomia degli enti stessi.
In primo luogo, il Commissario ha il potere di chiedere informazioni e documenti agli enti e di disporre che vengano svolti nei loro confronti sopralluoghi da parte dell'ispettorato della Funzione pubblica e della Ragioneria generale dello Stato, controlli che in realtà già venivano eseguiti per effetto dell'articolo 5 del decreto legislativo 149/2011; più problematica, invece, la norma riguardante la definizione per voci di costo del livello di spesa per acquisto di beni e servizi che contrasta con l'autonomia di spesa degli enti locali sancita dall'articolo 119, comma 1, della Costituzione.
Ancora, il Commissario ha il potere di individuare i provvedimenti che determinano spese che possono essere soppresse, ridotte o razionalizzate e di proporre le modifiche: la norma è in evidente contrasto con l'autonomia regolamentare degli enti sancita dall'articolo 7 del Tuel. Infine, su proposta del Commissario sono possibili la sospensione, la revoca o l'annullamento d'ufficio di singole procedure relative all'acquisto di beni e servizi; anche in questo caso deve ravvisarsi la lesione dell'autonomia di spesa degli enti locali.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<dicembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio