PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PAGAMENTI IN RITARO IMU: PENALITA' SENZA CODICE.

Scaduto il termine per il versamento della prima rata Imu, si analizzano le possibilità di sanatoria cui possono ricorrere i contribuenti inadempienti.
In primo luogo vi è da precisare che sanzioni ed interessi non sono applicabili in caso di errore nella determinazione dell'importo dovuto, in quanto in occasione del saldo 2012 (che scade il 17 dicembre 2012) la rata relativa all'intero anno comprenderà anche il conguaglio della prima rata.
Coloro che invece non hanno provveduto affatto a versare la prima rata Imu potranno avvalersi delle tre forme previste di ravvedimento. Il ravvedimento cd. "sprint" potrà essere effettuato entro i 14 giorni successivi alla scadenza del termine per il versamento, con una maggiorazione dello 0,2% al giorno a titolo di sanzione. Il ravvedimento cd. "breve o mensile" potrà essere effettuato dopo il quindicesimo giorno e fino al trentesimo giorno successivo alla scadenza per il termine per il versamento, con applicazione della sanzione del 3%. Il ravvedimento cd. "annuale" potrà essere effettuato entro un anno, con applicazione della sanzione del 3,75%. Su quest'argomento l'Agenzia delle Entrate ha precisato che le sanzioni e gli interessi applicabili devono essere versati congiuntamente all'imposta dovuta in relazione alla quota spettante al Comune e a quella spettante allo Stato (risoluzione 35/E del 12 aprile 2012).
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<agosto 2019>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930311
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio