PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PRIMI RIMBORSI IVA SULLA TIA.

Il Giudice di Pace di Genova, con sentenza n. 3982/2012, ha accolto il ricorso di Federconsumatori Liguria sancendo la restituzione ai contribuenti dell'IVA illegittimamente applicata sulle bollette relative ai servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani.
Per la I sezione civile del Giudice di Pace di Genova, la sentenza della Corte Costituzionale n. 238/2009 che, si ricorda, ha affermato la natura tributaria della TIA e la conseguente illegittimità dell'IVA applicata sulle relative bollette dalle società pubbliche che gestiscono il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, è di chiara interpretazione in quanto sancisce che sia la TARSU sia la TIA (tariffa integrata ambientale) hanno natura tributaria. In entrambi i casi è, dunque, escluso il rapporto sinallagmatico che giustifica l'applicazione dell'IVA, ovvero non si rinviene un nesso diretto fra il servizio offerto e l'entità del prelievo, quest'ultimo corrispondente ad una mera presunzione forfetaria sulla produzione di rifiuti. I giudici chiariscono che il prelievo sarebbe legittimo nel caso in cui una società che gestisce lo smaltimento dei rifiuti, a fronte della propria prestazione, chieda al cliente un corrispettivo per il servizio reso, commisurato all'attività svolta.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio