PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

ANAGRAFE IMMOBILIARE: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE IN 117 COMUNI.

Attivato in via sperimentale il servizio di consultazione dell'Anagrafe immobiliare integrata. Lo ha reso noto con un comunicato l'Agenzia del territorio. A partire dal 26 luglio, infatti, in 117 comuni è operativo il servizio di consultazione integrata delle banche dati catastali e ipotecaria.
L'Anagrafe immobiliare, prevista dall'articolo 19 del dl 78/2010, utilizza a livello informatico tutti i dati catastali e di pubblicità immobiliare. Dunque, fornisce in modo unitario le informazioni contenute negli archivi catastali e ipotecari. Questa nuova procedura è stata progettata dall'Agenzia per supportare gli enti locali nei propri compiti istituzionali e, soprattutto, nell'attività di accertamento nel settore immobiliare. Nel comunicato l'Agenzia pone in rilievo che l'estensione ai comuni del servizio di consultazione integrata rappresenta non solo un importante passo avanti nell'efficienza dei servizi offerti dal catasto, «ma anche un forte contributo al dialogo fra le diverse amministrazioni pubbliche, a vantaggio di tutti i cittadini, dei professionisti e delle imprese». Pertanto, diventa sempre più centrale il ruolo dei comuni nella lotta all'evasione fiscale. Le amministrazioni locali possono fornire un'efficace collaborazione per avviare a regime sul tutto il territorio nazionale l'Anagrafe immobiliare integrata e per contribuire a migliorare e aggiornare la qualità dei dati catastali. L'Anagrafe consente di individuare correttamente gli immobili, la base imponibile e il soggetto titolare di diritti reali, in quanto soggetto passivo d'imposta. In questo senso si era già espressa l'Agenzia del territorio con la circolare 3/2010, che ha chiarito quali sono le linee direttive fissate dall'articolo 19, finalizzate «all'aggiornamento e all'allineamento della banche dati catastali con quelle di pubblicità immobiliare». L'aggiornamento dei dati si ottiene anche con l'imposizione dell'obbligo di inserire negli atti e nelle richieste di registrazione dei contratti di locazione riferimenti e indicazioni di natura catastale. Anche nella circolare 3 è stato evidenziato che per la lotta all'evasione è fondamentale la collaborazione dei comuni. Per raggiungere questo obiettivo è assicurato agli enti l'accesso alle banche dati dell'Agenzia e all'anagrafe immobiliare integrata, a titolo gratuito. L'evasione nel settore immobiliare, secondo l'Agenzia, si combatte anche con l'estensione agli uffici del catasto dei poteri istruttori di accesso, ispezione e verifica degli immobili, che servono a far emergere i fabbricati non dichiarati al fisco o che hanno subito interventi edilizi o variazioni.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio