PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

NEI DANNI IL CASO FORTUITO ECLUDE LA RESPONSABILITA' DELLA PP.AA.

La pubblica amministrazione non è responsabile, in qualità di proprietaria della strada, ex art. 2051 c.c. , se il danno è prodotto da cause estrinseche di terzi, non conoscibili né eliminabili con immediatezza neppure con la più diligente attività di manutenzione.
A stabilirlo, la Corte di Cassazione, Sezione III civile, con sentenza 10643/2012.
Un automobilista aveva fatto un sinistro stradale per aver slittato con la sua vettura a causa di una macchia d'olio presente sull'asfalto, finendo contro il guard-rail ed aveva chiesto in giudizio il risarcimento del danno all'ente proprietario della strada per omessa e cattiva manutenzione.
Gli Ermellini nella pronuncia hanno applicato un orientamento consolidato secondo il quale, quando il danno sia stato determinato da cause non intrinseche alla cosa demaniale (come il vizio costruttivo o manutentivo), ma da terzi (come ad esempio la perdita o l'abbandono sulla pubblica via di oggetti pericolosi), non conoscibili nè eliminabili con immediatezza neppure con la più diligente attività di manutenzione, la pubblica amministrazione è liberata dalla responsabilità per cose in custodia in relazione al cit. art. 2051 cod. civ..
Nella specie, era da ritenersi esistente il caso fortuito poiché era impossibile intervenire tempestivamente per eliminare la macchia d'olio causata da terzi.

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio