PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CORTE DEI CONTI PIEMONTE: GLI ENTI PIU' PICCOLI OBBLIGATI AD ACQUISTI CONGIUNTI.

La legge di conversione del D.L. n. 95/2012 dispone l'obbligo per i Comuni fino a 5.000 abitanti di ricorrere alla centrale unica di committenza per effettuare tutti gli acquisti.
Le centrali uniche di committenza devono essere operative entro il 1° aprile 2013 e saranno obbligatorie per i Comuni fino a 5.000 abitanti. La Corte dei Conti, Sezione Regionale di controllo per il Piemonte, ha chiarito con deliberazione n. 271/2012 , che il vincolo al ricorso alla centrale unica riguarderà tutte le procedure che non siano in economia e quelle di importo inferiore alla soglia comunitaria. Nell'ambito però degli acquisti in economia, per la Corte dei Conti, la centrale unica troverà applicazione anche al cottimo fiduciario. Questo perché essa costituisce procedura negoziata almeno per la parte in cui vengono consultati gli operatori scelti e si negoziano le condizioni dell'appalto. Inoltre, il Legislatore tende ad assoggettare il cottimo alle norme del Codice dei contratti previste per i procedimenti di affidamento ordinari. Ad ogni modo in base al D.L. n. 95/2012, la centrale unica di committenza non è obbligatoria in caso di ricorso a convenzioni Consip e per gli acquisti effettuati tramite mercato elettronico.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio