PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

NOTA ANCI-IFEL SUL PATTO DI STABILITA' DOPO IL D.L. 95/2012.

Anci e Ifel hanno diffuso una nota di aggiornamento delle principali novità recate dal D.L. n. 95/2012, cd. spending review bis, in materia di patto di stabilità interno e di fondo svalutazione crediti.

La circolare del 30 agosto 2012 offre ai comuni indicazioni operative utili per riuscire a districarsi tra i numerosi adempimenti in materia di Patto di stabilità sia orizzontale e che verticale. Non da ultimo il D.L. n. 95/2012, all'articolo 16, ha modificato il Patto nazionale orizzontale disciplinato dall'articolo 4-ter del D.L. n. 16/2012 e ha fornito nuovi incentivi per l'applicazione del Patto di stabilità regionale. A tal proposito il decreto spending review prevede tre incentivi: quello offerto dalla revisione di spesa (800 milioni di euro alle Regioni per liberare spazi per i pagamenti alle imprese), il "vecchio" Patto verticale e il Patto orizzontale, con cui i comuni si scambiano spazi finanziari fra loro (200 milioni di euro ai Comuni che forniscono aiuti agli enti in difficoltà). Tali previsioni, però, non sono coordinate tra di loro ed anche le relative scadenze rischiano di mettere in difficoltà i comuni: si pensi che entro il 10 settembre le Regioni devono comunicare alla Ragioneria Generale dello Stato gli spazi che intendono liberare con l'incentivo previsto dalla spending review, mentre entro il 15 settembre comuni e province devono indicare alle regioni e all'Anci/Upi quali sono i pagamenti in conto capitale che possono effettuare per ottenere l'aiuto del "vecchio" Patto verticale; inoltre, entro il 20 settembre i comuni in difficoltà devono comunicare alla RGS gli spazi finanziari di cui hanno bisogno. A tutto ciò si aggiungano le varie norme regionali adottate in materia di Patto di stabilità che vanno a sovrapporsi alla già intricata disciplina nazionale.
Pertanto, la nota Anci - Ifel chiede ai comuni di comunicare alla propria regione (nonché all'Anci tramite l'Ifel) le richieste di spazi finanziari e le disponibilità concernenti i vari strumenti in modo da avere una banca dati aggiornata e possibilità di coordinamento.
Infine, la circolare in oggetto fornisce chiarimenti anche sul fondo svalutazione crediti.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio