PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

LIMITE SUGLI ACQUISTI: CONTRATTI DA AGGIORNARE.

I decreti sulla spending review introducono nuovi adempimenti in capo ai responsabili di servizio degli enti locali per la formalizzazione degli acquisti di beni e servizi.
Il responsabile della spesa verifica, innanzitutto, che il bene o il servizio da acquistare non rientri tra determinate categorie merceologiche (energia elettrica, gas, carburanti, ecc), per le quali è necessario ricorrere a convenzioni o accordi quadro messi a disposizione da Consip e dalle centrali di committenza regionali di riferimento.
Il responsabile può tuttavia procedere ad affidamenti, nelle suddette categorie merceologiche, secondo modalità tradizionali, a condizione che l'affidamento preveda corrispettivi inferiori a quelli delle convenzioni Consip S.p.A. e dalle centrali di committenza regionali. In questi casi i contratti dovranno comunque essere sottoposti a condizione risolutiva con possibilità per il contraente di adeguamento ai predetti corrispettivi nel caso di intervenuta disponibilità di convenzioni Consip e delle centrali di committenza regionali che prevedano condizioni di maggior vantaggio economico.
Ancora, il responsabile può recedere da un appalto per beni o servizi con contratto in essere, se sopravvengono convenzioni Consip o delle centrali regionali con prezzi più economici e se l'appaltatore non vuole adeguarsi. La clausola di recesso, a pena di nullità, deve essere specificata in ogni contratto di appalto.
Il responsabile ricorre, invece, al mercato elettronico della pa (Mepa) per beni o servizi di valore inferiore alla soglia comunitaria.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio