PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

NOVITA' SUI COSTI DELLA POLITICA

Taglio immediato per le giunte, che iniziano a dimagrire già negli enti al voto nel 2010 (potranno contare al massimo un assessore ogni quattro consiglieri, compreso il sindaco o il presidente di provincia), e rimandato al 2011 per i consigli. E soprattutto addio agli ambiti territoriali ottimali, attivi nel servizio idrico e nei rifiuti, che dovranno abbandonare il campo entro un anno dall'entrata in vigore della norma. L'emendamento, inserito un po' a sorpresa in commissione, era stato accolto con freddezza dallo stesso governo ma è poi rimasto scolpito nel testo blindato la scorsa settimana con la fiducia.
Le loro funzioni, secondo i progetti, dovranno essere trasferite alle province, anche se non è escluso che il dibattito nato intorno a questa misura produca qualche ripensamento, magari nel Codice delle autonomie.
Il nuovo giro nel valzer dei costi della politica ha determinato anche alcuni alleggerimenti al pacchetto dei tagli messi in programma dalla finanziaria 2010. I consigli circoscrizionali rimangono in campo nelle città con più di 250mila abitanti, quindi in perfetta continuità con le norme già vigenti, e lo stesso accade per le «ulteriori forme di decentramento» possibili quando gli abitanti sono più di 300mila (in pratica i municipi di Roma). Salvi anche i direttori generali nelle città con più di 100mila abitanti.
FONTE. IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2019>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio