PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

IMU: SU COOP E IACP LA QUOTA STATALE NON E' ESENTE E VA AL COMUNE.

La disciplina Imu prevede che per gli immobili appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, nonché per gli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari non si applica «la riserva» della quota d'imposta a favore dello Stato.
La normativa prevede la non applicazione della riserva della quota statale e non l'esonero della quota statale, con conseguente assoggettamento dei fabbricati in questione, in sede di acconto, all'aliquota base dello 0,76 per cento.
In questa direzione anche il Dipartimento delle finanze che, con nota prot. 12507 del 15 giugno 2012, ha ritenuto che il legislatore, attraverso la previsione della rinuncia della quota statale, ha inteso destinare al Comune tutto il gettito del tributo, non più decurtato della quota statale, e non ridurre dallo 0,76 per cento allo 0,38 per cento l'aliquota di base applicabile agli immobili.
L'interpretazione ministeriale è stata ripresa anche nella risposta all'interrogazione parlamentare n. 5-07216 del 28 giugno 2012.
Tuttavia, Federcasa, con circolare n. 100/2012, pubblicata sul proprio sito web, richiamando una nota della Regione Lombardia che fa riferimento ad un chiarimento pervenuto dallo stesso ministero del l'Economia, ha ritenuto che gli istituti autonomi delle case popolari e le cooperative edilizie a proprietà indivisa fossero «esenti» dal versamento della quota statale.
Seguendo tale orientamento, si ritiene non conforme alla normativa, molte cooperative hanno corrisposto la prima rata utilizzando l'aliquota dello 0,38 per cento e la detrazione base.
Ulteriori elementi di incertezza derivano poi dalla lettura della risposta all'interrogazione parlamentare citata, dalla quale alcune cooperative ne hanno ricavato l'applicabilità anche della detrazione per i figli.
Sul punto, però, la circolare 3/DF ha ritenuto inapplicabile la maggiorazione per figli, trattandosi di immobili posseduti da persone giuridiche.
FONTE. IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio