PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

IN ARRIVO NUOVE NORME PER GLI AFFIDAMENTI IN-HOUSE.

Il testo del decreto sviluppo bis arriva oggi in Consiglio dei Ministri con soli 38 articoli, rispetto ai quasi 80 delle prime bozze ed ai 58 della versione precedente. I tecnici del Ministero hanno infatti effettuato un'operazione di razionalizzazione, accorpando diversi articoli inerenti alla stessa materia e stralciando altre norme. Tra le norme stralciate, oltre al patto di famiglia, ci sono la legge biennale per l'innovazione digitale, la stretta sulle tessere personali di riconoscimento rilasciate ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni in pensione, l'armonizzazione dei sistemi contabili delle aziende sanitarie, l'alleggerimento dei limiti sull'elettrosmog per gli operatori di telefonia mobile.
Tra le novità, invece, spiccano le nuove norme per gli affidamenti in house: gli enti locali dovranno prevedere nel contratto di servizio un termine di scadenza, pena la cessazione al 31 dicembre 2013; gli affidamenti concessi alla data del 1° ottobre 2003 a società a partecipazione pubblica che erano già quotate, e a loro controllate, cesseranno alla scadenza prevista; quelli che non prevedono una scadenza, infine, cesseranno automaticamente il 31 dicembre 2020. Un'altra novità riguarda le zone franche urbane nelle Regioni "Convergenza": saranno rilanciate con i fondi europei 2007-2013, oggetto del Piano di Azione Coesione. E ancora, Comuni e Province non potranno più applicare la tassa per l'occupazione di spazi pubblici nel caso di reti ed impianti in fibra ottica. Per il resto sono confermate le misure attese, a partire da startup e agenda digitale.
Le coperture del decreto prevedono 258 milioni per il 2013, 220 milioni per il 2014, 194 milioni per il 2015 e 2016, 133 per il 2017 e 160 milioni per gli anni a seguire.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio