PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

GLI UTENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE POTRANNO PAGARE CON LA MONETA ELETTRONICA.

Pioggia di nuovi obblighi per estendere il ricorso da parte degli utenti della pubblica amministrazione, degli erogatori di servizi pubblici e dei clienti di imprese e professionisti a pagamenti elettronici tracciabili. In particolare, l'art. 15 del Decreto Cresci Italia riscrive quasi integralmente l'art. 5 del CAD (Dlgs 205/82) introducendo nuove regole e precisi adempimenti a carico dei predetti soggetti.
Per le pubbliche amministrazioni, per le società interamente partecipate da enti pubblici o con prevalente capitale pubblico inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, nonché per i gestori di servizi pubblici viene previsto l'obbligo nei confronti dell'utenza di accettare i pagamenti ad essi spettanti anche con l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. In pratica, la nuova norma dispone che i predetti soggetti debbano consentire all'utenza di utilizzare per i pagamenti, oltre al bonifico bancario o postale, anche le carte di debito, di credito, le carte prepagate ovvero altri strumenti di pagamento elettronico disponibili.
Sotto questo ultimo profilo, con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, dovrà essere disciplinata l'estensione delle modalità di pagamento anche attraverso tecnologie mobili (a esempio tramite telefoni cellulari). I nuovi obblighi non operano per le operazioni di competenza delle Agenzie fiscali.
Per quanto riguarda le imprese e i professionisti la norma dispone che dal 1° gennaio 2014 tutti i soggetti che effettuano la vendita di prodotti e di prestazioni di servizi anche professionali, sono tenuti a accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito (Bancomat). L'attuazione dello specifico obbligo è affidata a uno o più decreti del Ministro dello Sviluppo Economico che dovrà disciplinare eventuali importi minimi, le modalità e i termini di attuazione della disposizione, nonché i soggetti effettivamente interessati.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio