PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CONTROLLI SUI BADGE IDENTIFICATIVI

Il ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta ha disposto nuovi controlli sull'applicazione delle norme che impongono l'identificazione del personale delle pubbliche amministrazioni a contatto con il pubblico.
L'Ispettorato per la Funzione pubblica ha così sottoposto a verifica i 31 capoluoghi di provincia più popolosi all'indomani della circolare esplicativa che lo stesso Ministro ha diramato lo scorso 17 febbraio.
Questa, oltre a ricordare che «i dipendenti che svolgono attività a contatto con il pubblico sono tenuti a rendere conoscibile il proprio nominativo mediante l'uso di cartellini identificativi o di targhe da apporre presso la postazione di lavoro», invitava infatti le amministrazioni a impartire istruzioni operative per l'effettiva applicazione della norma, osservando come la stessa si inserisca nell'ampio contesto delle misure adottate da questo Governo per rendere trasparente l'organizzazione degli uffici pubblici e agevolare i rapporti con l'utenza. Tutte le amministrazioni hanno confermato di essersi attivate in tal senso.
E se Aosta, Milano, Genova, Trieste e Cosenza hanno confermato di aver immediatamente impartito disposizioni all'indomani del decreto legislativo n. 150/2009 (la cd. «Riforma Brunetta della Pubblica Amministrazione»), Trento e Cagliari hanno precisato di aver provveduto nel merito già con proprie determinazioni ancor prima dell'entrata in vigore della norma.
Il Comune di Bologna ha invece risposto di aver trasmesso la circolare a tutti i suoi dirigenti e dipendenti anche attraverso la sua pubblicazione sull'Intranet dell'amministrazione nonché di aver «rammentato che l'inosservanza della disposizione comporta responsabilità disciplinare in capo al dirigente». Tra i Comuni interpellati, solo quello di Taranto si è riservato di trasmettere una precisa comunicazione a conclusione di una verifica interna.
Il controllo dell'Ispettorato per la Funzione pubblica è stato esteso anche alle direzioni interregionali della Motorizzazione. Quelle preposte alle regioni Nord-Ovest, del Nord-Est e del Centro-Nord e Sardegna hanno confermato di aver impartito disposizioni per l'applicazione della circolare del Ministro così come di aver avviato in tal senso una ricognizione interna. Si attende invece un analogo riscontro dalle direzioni preposte alle Regioni del Centro-Sud e del Sud e Sicilia. L' Ispettorato rimane a disposizione dei cittadini che nei prossimi giorni rilevassero inadempienze.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<dicembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio