PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

RIFORMA DELLA RISCOSSIONE: FISSATO UN TETTO ALL'AGGIO.

Il momento del riordino normativo della riscossione coattiva delle entrate comunali sembra essere finalmente arrivato. Proprio di recente si era evidenziata la necessità di mettere mano a una riforma della materia, partendo dagli aspetti che più impattano sui contribuenti, come l'aggio e la misura delle spese di riscossione di cui può essere chiesto il rimborso.
La riforma è ora prevista dal disegno di legge di delega al Governo per la revisione del sistema fiscale, approvato dalla Camera il 12 ottobre scorso. La delega al Governo è molto ampia e riguarda non solo le modalità di effettuazione della riscossione, ma anche le regole per l'affidamento e si preannuncia anche la possibilità che Equitalia partecipi alle gare sulla riscossione indette dai Comuni, mediante una riorganizzazione del gruppo.
Il riordino della normativa sulla riscossione coattiva delle entrate comunali sarà attuato mediante un testo unico con il quale si dovrà revisionare la disciplina dell'ingiunzione di pagamento contenuta nel centenario regio decreto 639/1910, ma soprattutto "recepire" le procedure e gli istituti previsti per la gestione dei ruoli di cui al Dpr 602/73.
È previsto, finalmente, «l'allineamento degli oneri e dei costi secondo le modalità e nella misura massima stabilite» per Equitalia.
L'aggio della riscossione potrà essere «al massimo» quello previsto per Equitalia e soprattutto saranno applicati quegli stessi meccanismi di rivalsa nei confronti dei debitori, previsti dall'articolo 17 del Dlgs 112/99, che pone l'attuale aggio del 9% in parte a carico del debitore (4,65 per cento) e in parte a carico dell'ente impositore (4,35 per cento), ma solo se la cartella è pagata nei sessanta giorni dalla notifica; oltre tale data, l'aggio è posto interamente a carico del debitore.
Sarà risolto anche il problema della ripetibilità delle spese di riscossione, attualmente disciplinate compiutamente solo per Equitalia. L'articolo 17 del Dlgs 112/99 prevede il diritto dell'agente della riscossione al rimborso degli specifici oneri connessi allo svolgimento delle singole procedure, che sono a carico:
- dell'ente creditore, se il ruolo viene annullato per effetto di un provvedimento di sgravio o in caso di inesigibilità;
- del debitore in tutti gli altri casi.
L'ammontare del rimborso, per ogni singola tipologia di spesa, è definito dal Dm 21 novembre 2000. Questa disciplina sarà presto applicabile anche alla riscossione coattiva tramite ingiunzione di pagamento.
Oltre a una tendenziale equiparazione tra ruolo ed ingiunzione, la delega riguarda anche la revisione dei requisiti per l'iscrizione all'albo dei concessionari privati, anche sulla scia dei danni provocati da Tributi Italia.
Al fine di uniformare anche operativamente la riscossione coattiva, è prevista l'emanazione di linee guida per la redazione dei capitolati di gara e per la formulazione dei contratti di affidamento, con l'introduzione di adeguati strumenti di controllo, anche ispettivo.
Nel disegno di legge delega mancano però indicazioni di dettaglio sulla figura dell'ufficiale della riscossione, essendo solo prevista l'adozione di un codice deontologico.
Anche questa figura va riformata e soprattutto vanno accelerate le procedure di nomina, ora subordinate al superamento di un concorso indetto, in teoria ogni due anni, con decreto del direttore delle Finanze (articolo 1, Dpr 402/2000). In realtà, nell'ultimo decennio è stato bandito un solo concorso le cui procedure sono durate cinque anni.
Infine, sarebbe necessario, nelle more del riordino di tutta la disciplina, approvare fin da subito la norma che equipara il ruolo e l'ingiunzione dal punto di vista dell'aggio e degli oneri che possono essere chiesti al contribuente, anche per risolvere i problemi che stanno emergendo a seguito della sentenza 3413/2012 del Consiglio di Stato, che ha ritenuto illegittimo l'addebito di qualsiasi onere a carico del contribuente.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio