PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

COMUNICAZIONE POSTICIPATA PER LE ASSUNZIONI

Il collegato lavoro regala agli enti pubblici una forte semplificazione degli adempimenti nei confronti dei centri per l'impiego. Le comunicazioni per assunzione, proroga, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro potranno essere effettuati entro il giorno 20 del mese successivo, e non più entro il giorno precedente. Si tratta di un'importante innovazione rispetto alla disciplina precedente, che obbligava alla comunicazione dell'assunzione il giorno precedente per contrastare l'instaurazione di rapporti di lavoro in nero.
Nel settore pubblico la norma costituiva solamente un inutile appesantimento procedurale, perché è assai improbabile il formarsi di lavoro nero nella Pa. La semplificazione sarà operativa dall'entrata in vigore del collegato lavoro senza la necessità di ulteriori provvedimenti attuativi, ed è applicabile a tutte le Pa elencate all'articolo 1, comma 2 del Dlgs 165/2001; continuano a seguire le vecchie regole gli enti pubblici economici.
La proroga al giorno 20 del mese successivo riguarda anche tutti gli adempimenti che prima andavano effettuati entro 5 giorni (articolo 4-bis, comma 5, del Dlgs 181/2000) come la proroga del termine per i contratti a tempo determinato, la trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato, i contratti di formazione e lavoro, la modifica da part time a full time, i trasferimenti anche per effetto di cessione d'azienda o di ramo d'azienda, le modifiche della ragione sociale e il distacco. Anche se non espressamente indicato, sempre entro lo stesso termine dovranno essere comunicate eventuali progressioni di carriera, in quanto novazione del rapporto di lavoro. Viste le incertezze interpretative è consigliabile comunicare anche le vicende contrattuali dei segretari comunali e provinciali, comprese le supplenze e le reggenze.
Sempre entro il giorno 20 del mese successivo alla data di assunzione il datore di lavoro pubblico, invece di sottoscrivere il contratto individuale con cui assolve agli obblighi imposti dal Dlgs 152/1997, potrà consegnare al lavoratore una copia della comunicazione di instaurazione del rapporto inviata al centro per l'impiego.
Le regole di maggior favore previste per la pubblica amministrazione non devono però far abbassare la guardia nei confronti degli obblighi di comunicazione ai centri per l'impiego perché continuano ad applicarsi, in caso di omissione, le pesanti sanzioni già previste in materia.
Si prospettano poi all'orizzonte nuovi adempimenti relativi alla trasparenza su retribuzioni annuali, curricula, indirizzi di posta elettronica e numeri telefonici a uso professionale dei dirigenti e dei segretari degli enti locali, nonché sui tassi di assenza del personale.
L'articolo 21, comma 1, della legge 69/2009 ne aveva imposto la pubblicazione sul sito istituzionale dell'ente. Con l'aggiunta del comma 1-bis, gli stessi dati dovranno essere comunicati in via telematica anche alla Funzione pubblica con le modalità che saranno indicate in una circolare dal ministro della Pubblica amministrazione. Il ministero li pubblicherà sul proprio sito istituzionale e il mancato adempimento sarà valutato negativamente ai fini della performance individuale.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio