PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

SCONTRO INFINITO TRA IMU E NO-PROFIT.

Dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre scorso del Decreto 19 novembre 2012, n. 200, sono ancora molti i dubbi applicativi sulla nuova disciplina sull'IMU per gli enti non commerciali.
Innanzitutto, non è chiara la decorrenza dell'applicazione delle nuove norme: l'applicazione dell'Imu proporzionale agli spazi utilizzati in modo commerciale sarà in vigore dal 2013, mentre per quest'anno, in base a quanto disposto dall'articolo 93-bis del Decreto Legge n. 1/2012, è operativa solo la distinzione fra gli immobili dedicati esclusivamente ad attività non commerciali (esenti dall'Imu) e tutti gli altri (che invece pagano l'imposta su tutta la superficie).
Altre difficoltà nascono dai parametri guida stabiliti dal Decreto del Ministero dell'Economia n. 200/2012. Il provvedimento definisce le modalità relative alla percentuale dell'immobile assoggettato ad Imu, stabilendo qual è la superficie destinata ad attività commerciali e, nel caso in cui questa distinzione non sia possibile, quali sono i soggetti a cui si rivolge l'attività commerciale ed il loro numero in rapporto alle persone totali a cui l'ente si rivolge.
E' opportuno sottolineare che per ottenere l'esenzione parziale dall'imposta gli enti devono effettuare due esami, come definiti dal decreto citato. Pertanto, essi dovranno verificare se rientrano tra i soggetti "non commerciali"; a questo scopo tornano utili lo Statuto o l'atto costitutivo dell'ente, che devono contenere il divieto di redistribuzione dei dividendi ai soci/lavoratori, l'obbligo di reinvestire tutti gli utili nell'attività sociale e in caso di scioglimento dell'ente l'obbligo di devolvere il patrimonio ad altri soggetti impegnati nel sociale. Gli enti che non presentano queste caratteristiche ma puntano all'esenzione Imu per gli immobili utilizzati per attività non commerciali possono adeguare il proprio Statuto entro il 31 dicembre. La seconda verifica riguarda le caratteristiche dell'attività, diverse a seconda del settore; in generale però per l'esclusione dall'Imu si parla di gratuità o compenso simbolico.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio