PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

NUOVE DISPOSIZIONI PER GLI INCARICHI ESTERNI DEI DIPENDENTI PUBBLICI.

La legge 190/2012 interviene sull'articolo 53 del decreto legislativo n. 165/2001 modificando le procedure e le modalità per l'affidamento degli incarichi ai dipendenti pubblici.
La Pa potrà conferire attività extra lavorative ai propri dipendenti, ma solo per lo svolgimento di compiti non compresi tra i doveri d'ufficio; con appositi regolamenti verranno individuate le attività comunque vietate.
Previa autorizzazione dell'amministrazione di appartenenza, inoltre, al dipendente pubblico potranno essere affidati incarichi esterni da parte di un altro ente o da parte di privati, purchè gli stessi abbiano natura saltuaria e sporadica e non in conflitto di interessi: l'inosservanza della norma comporta, in capo al dipendente, la responsabilità disciplinare che può estendersi fino all'obbligo di restituire il compenso eventualmente ricevuto all'ente di appartenenza; l'omissione del versamento comporta la responsabilità erariale soggetta alla Corte dei Conti.
Una volta effettuata la prestazione, al dipendente dovrà essere corrisposto il compenso pattuito; entro 15 giorni dall'erogazione della somma, il soggetto pubblico o privato affidatario dell'incarico è tenuto a comunicare alla Pa di appartenenza l'ammontare del compenso erogato.
Rimane inalterata, invece, la disciplina di maggior favore riservata ai dipendenti part-time con prestazione lavorativa non superiore al 50% di quella a tempo pieno e ad alcune tipologie di incarichi (collaborazioni a giornali e riviste, partecipazione a convegni e seminari, ecc.).
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<dicembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio