PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

GESTIONE MINISTERIALE DEGLI STIPENDI DELLA PP.A.: UN FLOP.

Si sta rivelando un flop la gestione ministeriale degli stipendi dei dipendenti della p.a. imposta dalla spending review.
La spending review ha imposto a tutte le pubbliche amministrazioni di stipulare convenzioni con il Ministero dell'Economia e delle Finanze per la fruizione dei servizi connessi al pagamento degli stipendi ai dipendenti. Eppure, per quanto riguarda il comparto enti locali, sono solo 67, su oltre 8.000, i Comuni che hanno aderito. Aldilà dei numeri, tutt'altro che incoraggianti, i Comuni convenzionati lamentano ritardi e disservizi da parte del Mef: in alcuni casi i problemi riguardano la contabilizzazione delle addizionali comunali (per esempio, in molti cedolini relativi al mese di gennaio 2013, già inviati agli enti aderenti per gli opportuni controlli, non figurerebbero gli importi da trattenere a titolo di addizionale comunale), in altri la visualizzazione dei file inviati al Ministero e l'elaborazione dei dati da inserire nel modello F24.
E poi ci sono i problemi segnalati dai piccoli Comuni: la legge richiede ai mini-enti di nominare un referente tecnico-informatico ed un tecnico amministrativo ma, all'atto pratico, essi sono sprovvisti di tali figure né possono agevolmente procurarsele, visti i limiti al turover ed alle spese per la formazione specialistica.
Eppure l'operazione, che si sta rilevando un flop, potrebbe portare risparmi considerevoli, in alcuni casi anche dell'ordine del 90%; bisogna tener conto, tuttavia, che il Mef non offre alcune tipologie di servizi quali, ad esempio, le attività svolte tipicamente dagli uffici del personale dell'ente o le attività relative ad alcune tipologie di reddito, quali quelli assimilati, autonomi e diversi.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio