PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

TARES: LA PROROGA A LUGLIO NON PIACE AI COMUNI.

La proroga a luglio della prima rata della Tares non piace ai comuni. Tanto che il presidente dell'Anci, Graziano Delrio, ha scritto al sottosegretario alla presidenza del consiglio, Antonio Catricalà per chiedere un intervento normativo urgente volto a fare un passo indietro rispetto all'emendamento al decreto rifiuti (dl n.1/2013) approvato mercoledì scorso.
Secondo Delrio il rinvio della prima rata del tributo a luglio, metterà in seria difficoltà la possibilità di adempimento dei pagamenti dei comuni, soprattutto quelli che riguardano la gestione dei rifiuti. «Il pagamento a luglio crea un insormontabile problema di liquidità dei comuni che dovrebbero anticipare alle aziende i corrispettivi per l'erogazione del servizio.
Ne è pensabile che le aziende possano anticipare queste somme essendo già il settore in forte sofferenza». Da qui la richiesta di un provvedimento «dai comuni ritenuto assolutamente necessario ed urgente».
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio