PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

SPENDING REVIEW, TAGLI IN BASE AI CONSUMI 2011.

Scade il 31/1 il termine entro cui la Conferenza stato, città e autonomie locali potrà proporre propri criteri di riparto dei tagli previsti dal decreto sulla revisione della spesa e incrementati dalla legge di stabilità 2013. A prevederlo sono i commi 6 e 7 dell'art. 16 del dl 95/2012, come modificato dapprima dal dl 174/2012 e successivamente dalla l 228/2012.
Sindaci e presidenti di provincia dovrebbero (sulla base di istruttorie ad hoc condotte da Anci e Upi) definire l'importo delle riduzioni da imputare a ciascun ente, tenendo conto anche delle analisi della spesa effettuate dal commissario straordinario alla spending review, degli elementi di costo nei singoli settori merceologici, dei dati raccolti nell'ambito della procedura per la determinazione dei fabbisogni standard, nonché dei fabbisogni standard stessi, e dei conseguenti risparmi potenziali.
Il condizionale è assolutamente d'obbligo, dato che al momento la Conferenza non risulta neppure convocata. Decorso il predetto termine, la disciplina richiamata prevede che il riparto sia definito entro i 15 giorni successivi con decreto del ministero dell'interno, ripartendo la riduzione complessiva in proporzione alle spese sostenute per consumi intermedi desunte, per l'anno 2011, dal Siope.
Va considerato, tuttavia, che la logica dei tagli è stata notevolmente modificata a seguito della prevista soppressione del fondo sperimentale di riequilibrio, compensata dall'attribuzione ai comuni dell'intero gettito Imu (ad eccezione degli immobili produttivi di categoria D) e dalla istituzione del nuovo fondo di solidarietà comunale. Le riduzioni previste dal dl 95 sono solo uno dei parametri che dovranno esser considerasti dal dpcm che (entro aprile) dovrà definire le nuove spettanze.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<ottobre 2018>
lunmarmergiovensabdom
24252627282930
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio