PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

ISTANZE CONTRIBUTI PER ASPETTATIVE SINDACALI SCADENZA 30/04/2013.

Gli enti locali hanno tempo fino al 30 aprile per fare domanda di ammissione al contributo erariale previsto per il finanziamento della spesa sostenuta nel 2012 per il personale in aspettativa sindacale. A tal fine, occorre presentare alle prefetture l'apposita certificazione secondo il modello approvato con decreto del ministero dell'interno del 29 gennaio e pubblicato sulla G.U. n. 30 del 5 febbraio 2013.
All'adempimento sono tenuti i comuni, le province, le comunità montane, nonché le ex Ipab (ora aziende pubbliche di servizi alla persona - Asp), a esclusione di quelle facenti parte delle regioni Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Valle d'Aosta, che hanno sostenuto spese per il personale in aspettativa sindacale. La certificazione, quindi, non deve essere trasmessa dagli enti che, nel 2012, non hanno avuto personale collocato in distacco sindacale.
Le modalità di compilazione e trasmissione del modello sono contenute nella circolare esplicativa della Direzione per la Finanza locale n. 3 del 12 febbraio scorso. Esso dovrà contenere tutti gli elementi identificativi del personale dipendente interessato, l'ammontare del trattamento economico annuo spettante a ciascun dipendente cui è stata concessa l'aspettativa sindacale, comprensivo degli oneri riflessi a carico dell'ente, il periodo per il quale è stata concessa l'aspettativa sindacale, nonché l'ammontare del contributo richiesto. I soggetti chiamati ad apporre la propria firma in calce alla certificazione (ovvero responsabile finanziario, segretario e revisori) assumono diretta e personale responsabilità circa la veridicità e l'esattezza dei dati ivi riportati.
Come detto, i predetti enti dovranno trasmettere le certificazioni in originale alla Prefettura (Utg) competente per territorio entro il termine perentorio del 30 aprile 2013. Il riparto del fondo disponibile avverrà sulla base dei modelli pervenuti entro tale termine. Di conseguenza, eventuali ritardi nella trasmissione comporteranno la mancata partecipazione dell'ente alla attribuzione del contributo, salvo che dopo aver soddisfatto le domande giunte puntualmente vi siano risorse residuali. Qualora, invece, il fondo risultasse insufficiente alla copertura delle richieste pervenute, il contributo sarà assegnato secondo un criterio proporzionale.
FONTE : ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<settembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio