PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

POTENZIALE RISCHIO DI COMMISSARIAMENTO PER I COMUNI.

A partire da quest'anno, la mancata approvazione del rendiconto entro il termine del 30 aprile è equiparata alla mancata approvazione del bilancio.
Le ragionerie degli enti locali sono alle prese in questi giorni con la chiusura dei documenti contabili da sottoporre ai consiglieri. Ma per chiudere i rendiconti mancano ancora i dati definitivi del gettito Imu 2012, dopo l'accertamento convenzionale ad opera del Ministero dell'Economia ed anche del Fondo sperimentale di riequilibrio; le cifre degli incassi Imu sono necessarie anche per certificare il Patto entro il 31 marzo prossimo.
Con queste incertezze, il Consiglio rischia di non approvare il rendiconto entro il 30 aprile con la conseguenza che potrebbero scattare le procedure di commissariamento dell'ente previste dall'articolo 141 del TUEL, secondo cui il Prefetto con lettera notificata ai singoli consiglieri fissa il termine di 20 giorni per l'approvazione della delibera; se decorre inutilmente anche questo termine, il Prefetto scioglie il Consiglio e nomina un Commissario.
FONTE: Il Sole 24 Ore

SCADENZIARIO

<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio