PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CONSIGLIO DI STATO: BANDO DI CONCORSO DA PUBBLICARE IN GAZZETTA

Tutta la procedura di un concorso pubblico è illegittima se il relativo bando non è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Lo afferma il Consiglio di Stato, Sez. V, con la sentenza n. 871 del 16 febbraio 2010. Il Collegio avvia le mosse dall'esame dell'art. 4 del dpr n. 487/94 che prescrive la pubblicazione del bando di concorso per l'accesso all'impiego pubblico nella Gazzetta Ufficiale ed in particolare, per gli enti locali, prevede la possibilità di sostituire la pubblicazione del bando con l'avviso di concorso contenente gli estremi del bando e l'indicazione della scadenza del termine per la presentazione della domanda (comma 1-bis).
«Né tale disposizione», prosegue la sentenza, «può considerarsi in contrasto con l'art. 35, comma 3 lett. a) del dlgs n. 165/2001, recante principi in materia di procedure di reclutamento nelle pubbliche amministrazioni, che si limita a prescrivere "adeguata pubblicità della selezione", senza nulla specificare in ordine alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale».
«Invero», concludono i giudici di Palazzo Spada, «le disposizioni di dettaglio contenute nella fonte regolamentare servono a completare la norma di rango legislativo, costituendone coerente e conforme specificazione; esse non possono, pertanto essere disapplicate, in quanto conformi alla norma di rango superiore ed allo stesso dettato degli articoli 51 e 97 della Costituzione, che garantiscono il diritto di accesso agli impieghi pubblici di tutti i cittadini su di un piano di parità, esercitabile solo attraverso un sistema di pubblicità che favorisca la massima partecipazione».
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio