PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

I DEBITI DELLA PP.AA. ON-LINE.

Scatta una vera e propria corsa contro il tempo per le amministrazioni statali che non hanno ancora provveduto a registrarsi alla piattaforma elettronica necessaria a certificare i crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti della p.a. per forniture, somministrazioni ed appalti, alla luce delle novità introdotte con il decreto legge n. 35/2013.
Entro il prossimo 29 aprile, infatti, le p.a. sono obbligate a registrarsi pena la sanzione pecuniaria di 100 euro di ammenda per ogni giorno di ritardo nella registrazione a carico del dirigente responsabile e una segnalazione per responsabilità dirigenziale e disciplinare nei confronti dello stesso.
È quanto ricorda la Ragioneria generale dello stato nel testo della recente circolare n. 17/2013, emanata a seguito delle novità introdotte dal decreto legge sui pagamenti della p.a., in particolare dalle disposizioni contenute all'articolo 7.
Secondo tale norma, entro 20 giorni dall'entrata in vigore della stessa (9 aprile 2013), le amministrazioni interessate provvedono a registrarsi sulla piattaforma elettronica, accessibile all'indirizzo http://certificazionicrediti.mef.gov.it/certificazioneCredito/home.xhtml. Una piattaforma già attiva dallo scorso anno, a seguito delle novità introdotte dal decreto legge sviluppo (il n. 1/2012), in materia di pagamento dei crediti commerciali delle p.a. e dalle successive regolamenti attuativi operati dal Mineconomia con i decreti del 22/5 e 24/9/2012.
L'iscrizione non è certo facoltativa, ma costituisce un vero e proprio obbligo per tutte le p.a., in quanto il comma 2 del ricordato articolo 7, sancisce che la mancata registrazione entro il 29 aprile rilevi ai fini della misurazione e della valutazione della performance individuale dei dirigenti responsabili e comporta altresì l'attivazione di un procedimento di responsabilità dirigenziale e disciplinare, così come prevedono gli articoli 21 e 55 del Testo unico sul pubblico impiego (il dlgs n. 165/2001). Ma non è finita. La norma, al fine di evitare inutili rinvii, prevede altresì che al dirigente responsabile sia comminata una sanzione pecuniaria di cento euro, per ogni giorno di ritardo nella registrazione sulla piattaforma elettronica. E proprio su questo punto, la circolare firmata dal Ragioniere generale dello stato, Mario Canzio, non va tanto per il sottile quando ricorda che alcune amministrazioni centrali e «numerose amministrazioni periferiche» risultano ancora inadempienti alla predetta registrazione. In pratica, ogni amministrazione, secondo le proprie necessità, può individuare i soggetti ritenuti alla registrazione. A titolo esemplificativo, ad esempio, dovranno iscriversi i capi dei dipartimenti, i segretari generali e i responsabili delle strutture quali i prefetti e i dirigenti scolastici. Ma anche chi ha il potere di spesa o a chi compete la gestione delle risorse è tenuto a farlo.
Sul versante operativo, poi, il documento della Rgs precisa che la certificazione dei crediti vantati nei confronti della p.a. sia comunicata esclusivamente per il tramite telematico. Ne consegue che, dallo scorso 8 aprile, non potranno più essere accolte istanze presentate dai creditori in modalità cartacea. Riepilogando, il primo passo da effettuarsi sarà la registrazione, mentre, sulla base di un apposito modello che sarà reso disponibile sul predetto portale, le amministrazioni debitrici dovranno comunicare l'elenco completo dei debiti certi, liquidi ed esigibili maturati al 31 dicembre dello scorso anno e tuttora in essere, con l'indicazione dei dati identificativi del creditore. La finestra temporale per potervi provvedere scatterà dall'1/6 al 15 settembre. Anche in questo caso, l'omesso o tardivo inserimento costituisce elemento rilevante sia ai fini della misurazione e valutazione della performance individuale dei dirigenti responsabili che per la responsabilità dirigenziale e disciplinare degli stessi.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio