PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CONTO ANNUALE: VERIFICA DUPLICE SUI CONTRATTI INTEGRATIVI.

Gli enti pubblici hanno tempo fino al 31 maggio prossimo per inviare alla Ragioneria generale i dati relativi al nuovo conto annuale del personale, un adempimento che in base alle istruzioni diffuse dalla Ragioneria con la circolare 21/2013 contiene per Comuni e Province importanti novità.
Innanzitutto, rispetto al passato, vengono richieste alcune informazioni sulla gestione obbligatoria associata delle funzioni, che coinvolge i Comuni al di sotto dei 5mila abitanti o 3mila se "montani". I dati riguardano l'appartenenza o meno a una convenzione, con l'indicazione dell'ente capofila e l'elenco dei servizi gestiti in forma associata scegliendoli tra quelli proposti da un menu a tendina.
Interessante è la previsione di un nuovo spazio nel contesto della tabella sullo stato del personale dipendente a tempo indeterminato (tabella 1) in cui indicare gli estremi dei provvedimenti di riferimento della dotazione organica di ogni amministrazione. È importante ricordare che la dotazione organica va rideterminata con cadenza triennale, pena il divieto di nuove assunzioni. Se l'ultimo provvedimento è una integrazione/modifica di più atti preesistenti, questi andranno quindi comunicati nel loro complesso.
Nella sezione delle tabelle economiche, relative agli emolumenti, sono state individuate due nuove casistiche. Vengono proposte due nuove caselle per la corretta imputazione del trattamento fondamentale e accessorio del personale comandato, che spesso crea incomprensioni di suddivisione tra le amministrazioni coinvolte. Inoltre, è stato previsto un riquadro in cui indicare l'indennità di congedo (articolo 42, comma 5-ter del Dlgs 151/2001) in sospensione delle retribuzioni in godimento.
Una novità di grande rilievo è la tabella di riconciliazione "Conto annuale/Bilancio". L'obiettivo è quello di raffrontare i dati comunicati in Sico con quelli del bilancio dell'amministrazione. Si tratta di un'ulteriore verifica di correttezza delle informazioni inserite che, fino ad ora, veniva svolta informalmente dagli operatori, ma che da quest'anno diventa un adempimento obbligatorio.
Sulle tabelle relative alla contrattazione integrativa decentrata vengono, a livello generale, confermate le istruzioni dell'anno precedente, ma sono stati introdotti degli automatismi sul controllo del rispetto del blocco al 2010 (articolo 9, comma 2-bis, del Dl 78/2010). In particolar modo, viene sottolineato che: 1) i «fondi delle annualità 2011-2012-2013» non possono superare il valore del 2010; 2) una volta rispettato il primo vincolo, i fondi devono essere ulteriormente ridotti in misura proporzionale alla diminuzione del personale. I due vincoli costituiscono quindi due distinti controlli, da eseguirsi nella successione indicata, in quanto possono dare luogo a due distinte e successive riduzioni.
In questi anni, i dubbi degli operatori, si sono concentrati sulle voci da includere o meno nel campo di applicazione della norma. La Ragioneria, nelle istruzioni al conto annuale ha riepilogato la questione. Non sono soggetti al vincolo del rispetto dell'articolo 9, comma 2-bis del Dl 78/2010, le economie del fondo anno precedente e, per analogia, anche le risorse di straordinario non utilizzate nell'anno precedente; le quote per la progettazione interna; i compensi per l'avvocatura e le risorse conto terzi individuale e conto terzi collettivo. Vanno ricomprese le risorse derivanti dal recupero evasione Ici e le risorse eventualmente destinate all'incentivazione del personale della polizia locale ai sensi del codice della strada.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<settembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio