PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PER LE IMPRESE SBLOCCATI 10 MILIARDI DI DEBITI DELLA PP.AA.

Il Presidente del Consiglio, Letta, ha annunciato ieri la decisione del Governo di immettere nel sistema altri 10 miliardi di crediti che le imprese vantano nei confronti delle amministrazioni.
L'anticipo di una nuova tranche di ritardati pagamenti della PA, ovvero la metà del flusso atteso per il prossimo anno (che dovrebbe garantire circa 1 miliardo di extragettito Iva sulla fatturazione di tali pagamenti) servirà soprattutto alla copertura necessaria per l'abolizione dell'Imu 2013.
Il Ministro dell'Economia, Saccomanni, ha chiarito che il nuovo sblocco di risorse porterà l'ammontare dei debiti pagati dalle PA nel secondo semestre 2013 a quota 30 miliardi, una cifra che vale dunque due punti di PIL.
E' opportuno ricordare che l'operazione sblocca debiti della pubblica amministrazione è stata avvita con il Decreto Legge n. 35/2013. Il Governo, attraverso il Ministero dell'Economia e delle Finanze, ha garantito alle amministrazioni centrali e locali la liquidità necessaria per il pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2012. Il D.L. n. 35/2013 finora aveva stanziato 20 miliardi di euro (ora 30 miliardi), e di questi 17 miliardi risultano disponibili per quest'anno agli enti pubblici.
Secondo i dati diffusi dal MEF, aggiornati al 6 agosto 2013, solo 5 miliardi, ovvero il 25% del totale, risulta erogato ai soggetti creditori.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio