PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

DAL 2014 ENTRA IN SCENA LA SERVICE-TAX.

Nel 2014 entrerà in vigore una nuova imposta sui servizi comunali che sostituirà la Tares. E' quanto prevede il decreto legge recante disposizioni urgenti in materia di IMU, abitazioni e cassa integrazione guadagni, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri.
Si tratta, in particolare, di un'imposta costituita dalla gestione dei rifiuti urbani (Tari) e dalla copertura dei servizi indivisibili (Tasi). La Tari sarà dovuta da chi occupa, a qualunque titolo, locali o aree suscettibili di produrre rifiuti urbani; "le aliquote saranno commisurate alla superficie e nel rispetto del principio comunitario che "chi inquina paga"".
Quanto alla Tasi, il Comune potrà scegliere, come base imponibile, o il criterio della superficie o il criterio della rendita catastale; essa sarà a carico sia del proprietario (in quanto i beni e servizi pubblici locali concorrono a determinare il valore commerciale dell’immobile) che dell’occupante (in quanto fruitore dei beni e dei servizi).
In ogni caso, sarà la prossima legge di stabilità, che il Governo dovrà varare entro il 15 ottobre prossimo, a definire le regole della nuova tassa.
Ma nel decreto legge approvato ieri dal Consiglio dei Ministri c'è di più. I sindaci avranno più tempo per approvare i bilanci annuali di previsione 2013 (il termine slitta dal 30 settembre al 30 novembre) e per le deliberazioni di approvazione delle aliquote e delle detrazioni Imu, nonchè per i regolamenti d'imposta, l'efficacia per il solo 2013 decorrerà dalla data di pubblicazione nel sito istituzionale di ciascun Comune.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio